Resta in contatto

News

Caso Diawara, ufficiale la sconfitta a tavolino della Roma contro il Verona (COMUNICATO)

Il Giudice Sportivo ha deciso: tolto il punto maturato contro gli scaligeri ai giallorossi

Il Giudice Sportivo ha deciso per il 3 a 0 a favore dell’Hellas Verona e ai danni della Roma. La decisione dopo l’errore del club giallorosso, che non ha inserito Amadou Diawara nella lista consegnata alla Lega Serie A pensando rientrasse ancora tra gli Under 22 (che possono giocare a prescindere dalla presenza o meno in lista).

In realtà il centrocampista, classe 1997, ha compiuto 23 anni lo scorso 17 luglio e da quest’anno è a tutti gli effetti un Over 22. I legali della Roma sono già al lavoro per presentare il ricorso (ci sono sette giorni di tempo), puntando sul fatto che nella lista erano comunque presenti quattro posti liberi nella lista.

Il comunicato del Giudice Sportivo

“Il Giudice sportivo, letti gli atti relativi alla gara Soc. Hellas Verona e Soc. Roma; considerato che la società Roma ha impiegato un calciatore non iscritto nella  “Lista dei 25” comunicata a mezzo PEC in data 14 settembre 2020 alle ore 12.14, nonostante fosse divenuto un “over 22”, in violazione dunque del divieto di utilizzo di cui al punto 8 del Comunicato Ufficiale F.I.G.C. N. 83/A del 20 novembre 2014 come successivamente modificato con Comunicato Ufficiale F.I.G.C. n. 76 del 21 giugno 2018; ritenuto, pertanto, di dover applicare la sanzione della perdita della gara prevista al punto 9 del detto Comunicato Ufficiale F.I.G.C. N. 83/A; per questo motivo delibera di sanzionare la Soc. Roma con la punizione sportiva della perdita della gara per 0-3”.

23 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

23 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da News