Resta in contatto

Rassegna Stampa

Friedkin furiosi con i giocatori

I proprietari insoddisfatti dell’atteggiamento dei calciatori, non solo il tecnico sul banco degli imputati

L’allenatore è un tema, certo. Ma dei giocatori non parla nessuno? Come è possibile che un gruppo di professionisti molto ben remunerati, con un curriculum medio di assoluto rispetto, abbia sbagliato completamente la stagione? Sono le domande che i Friedkin e Tiago Pinto, appena sbarcati da altri mondi, si pongono in queste ore senza ovviamente potersi dare risposte certe. Di sicuro da ora in avanti la Roma cambia registro. Non vuole più dare alcuni alibi ai giocatori, che troppo spesso in questi mesi hanno lamentato malesseri più o meno giustificati. L’ultimo caso paradossale è emerso nella settimana di Manchester United-Roma. Di ritorno dalla trasferta di Cagliari, Fonseca ha sottoposto la squadra a una dura (e insolita) seduta di allenamenti. In questo contesto si è fatto male El Shaarawy, infortunandosi allo stesso muscolo che lo aveva fermato nelle precedenti settimane. E a Old Trafford la Roma, come è noto, ha retto un tempo per poi liquefarsi. La circostanza ha creato un dibattito interno al gruppo. Ma il rilievo era di segno totalmente opposto a quello dei mesi scorsi, quando a Fonseca veniva rimproverato addirittura un ritmo di allenamenti troppo blando. Non può essere insomma sempre colpa dell’allenatore. Questa logica dello scarico di responsabilità non piace, né ai Friedkin né a Pinto. Per perseguire obiettivi importanti occorre unità d’intenti, è necessario far coincidere l’interesse personale e quello collettivo. A Trigoria, specialmente dopo il famoso ammutinamento di gennaio, troppe situazioni hanno minato le motivazioni del gruppo, creando i presupposti per un finale di stagione imbarazzante. Sarebbero stati i giocatori, più dell’allenatore, a dedicarsi inconsciamente all’Europa League trascurando il campionato. Da questo momento in poi certi comportamenti non verranno più tollerati. E Tiago Pinto analizzerà le situazioni per capire chi sia ancora in sintonia con i programmi di rilancio della Roma. Lo scrive Il Corriere dello Sport.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Inline Feedbacks
View all comments
ciccio panza
ciccio panza
13 giorni fa

complimenti! si sono accorti solo adesso che la colpa non è solo dell’allenatore! ma che faine!

Advertisement

Giuseppe Giannini

Ultimo commento: "Ma quanti anni hai? Rispetto la tua idea ma non scrivere che Giannini no ha lasciato alcun ricordo! E’ profondamente ingiusto e non esatto"

Daniele De Rossi

Ultimo commento: "Magara!!!!"

Francesco Totti: uomo, capitano e leggenda

Ultimo commento: "Grande uomo, grande calciatore, spero veramente di conoscerlo un giorno per ringraziarlo. Grazie di tutto capitano 💛❤️"

Nils Liedholm

Ultimo commento: "Nostalgia assoluta per quello che ha fatto per la società, per la squadra ed anche, per me soprattutto, per noi tifosi, ci ha insegnato molto. Non..."

Agostino Di Bartolomei

Ultimo commento: "Agostino DIBBBA il capitano di quando ero bambino..il primo capitano che ho visto allo stadio !!forse per questo ho un ricordo speciale!!!assurdo come..."
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa