Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Roma, tutti i dubbi di Mou: dal doppio trequartista alla coppia di centravanti

Tutti i dubbi dello Special One

Nonostante il rientro a Trigoria di tutti i calciatori impegnati con le rispettive nazionali, José Mourinho ha poche certezze in vista del match di domenica sera (ore 20.45 arbitra Irrati, al Var ci sarà Pairetto) a Marassi contro il Genoa del nuovo allenatore Andriy Shevchenko.

Tra gli infortunati, infatti, solo Nicolò Zaniolo può dirsi completamente recuperato e a disposizione, mentre tutti gli altri restano ancora in dubbio. A partire da Lorenzo Pellegrini, che svolge ancora lavoro differenziato insieme a Smalling, Spinazzola, Calafiori, Vina e Kumbulla. Il capitano ha saltato la Nazionale per un’infiammazione al ginocchio sinistro: aveva stretto i denti per andare in campo nella gara contro il Venezia e probabilmente farà lo stesso per esserci anche contro il Genoa, magari non in campo dal primo minuto ma almeno per la panchina.

L’assenza di tutti i terzini sinistri costringerà Mourinho a riproporre la difesa a tre: con Kumbulla (uscito al 17’ in Inghilterra-Albania) se recupererà o con l’arretramento di Cristante e l’inserimento a centrocampo di uno tra Villar, Diawara o Darboe al fianco di Veretout. Questa necessità apre però un dubbio sul reparto offensivo: Mourinho giocherà ancora con un trequartista alle spalle di due punte o, viceversa, con due trequartisti alle spalle del centravanti, che sarà Abraham?

Almeno in avanti, lo Special One ha più di un’alternativa. Dal ballottaggio, oltre all’attaccante inglese, bisogna togliere El Shaarawy, che con la difesa a tre è il titolare della fascia sinistra; restano in piedi più opzioni. Con il trequartista e due punte, Mourinho potrebbe schierare Pellegrini, se recuperato, alle spalle di Abraham e Shomurodov, entrambi a segno a Venezia nell’unica occasione in cui hanno giocato insieme da attaccanti (a Verona l’uzbeko aveva giocato esterno) dal primo minuto.

Se così fosse, gli esclusi sarebbero per la seconda volta consecutiva Zaniolo e Mkhitaryan, con l’armeno che potrebbe fare il trequartista se il capitano dovesse partire dalla panchina. Se invece Mourinho dovesse optare per il doppio trequartista, sarebbero in tre (quattro con Carles Perez) a giocarsi due maglie alle spalle di Abraham. Lo scrive “Il Corriere della Sera”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa