Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Roma, Smalling cede al pressing e per giocare dice sì al vaccino

L’inglese ha deciso di vaccinarsi

La notizia era nell’aria, la conferma è arrivata dall’Inghilterra: «Chris Smallingha deciso di vaccinarsi», con l’emittente Sky Sports News che rivela così l’identità del calciatore giallorosso no-vax. Tematica che aveva acceso i social giallorossi e che aveva costretto la moglie, la nota modella vegana Sam Cooke, a chiudere i suoi account. Il pressing del club alla fine ha funzionato, il difensore inglese ha sciolto così le personali riserve e ha deciso di adeguarsi al protocollo.

D’altronde serio era il rischio di non poter continuare a giocare con la maglia della Roma dal 1 febbraio. Tira così un sospiro di sollievo Mourinho, che in conferenza stampa aveva fatto intendere che la situazione fosse in via di risoluzione. Nessun intervento sul mercato in programma né cessioni in vista per l’inglese, che continuerà ad essere il pilastro difensivo della Roma. Già a partire dalla delicata sfida in casa del Milan di oggi pomeriggio a San Siro. Intanto in vista di stasera contro il Milan, Rui Patricio non è al 100% della forma ma con un ritrovato Lorenzo Pellegrini: il capitano giallorosso ha recuperato dall’infortunio ma non ha ancora i 90 minuti nelle gambe. Sulle fasce Vina a sinistra e Karsdorp a destra, che sta per conoscere il suo nuovo compagno di reparto: Ainsley Maitland-Niles ha svolto le visite mediche a Londra, ormai manca solo l’ufficialità dell’operazione. Lo scrive “La Repubblica”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa