Resta in contatto

Rassegna Stampa

Ryan Friedkin testa i posti vip dell’Olimpico

Il vicepresidente al test dell’area vip

Roma–Vitesse è finita da una decina di minuti abbondanti. L’Olimpico si è già svuotato in gran parte, la festa per la qualificazione ai quarti di Conference League è finita ma dentro lo stadio c’è ancora il vice-presidente Ryan Friedkin, che prima del match aveva salutato Totti. Insieme a lui il fratello minore Corbin, la fidatissima Danielle Silvester, la manager inglese che nella Roma è uno dei principali punti di riferimento per il presidente Dan, più altri collaboratori.

Prima di uscire dalla tribuna Ryan Friedkin chiede allo staff di poter salire di qualche fila a provare le poltrone “vip” dell’Area Premium, posizionate subito sopra la Tribuna 1927. Per intenderci, quelle dotate di uno schermo su cui poter seguire la partita e i replay. Una sorta di test quello del vice-presidente: è possibile che fosse semplicemente curioso di capire come si vedesse la gara da quel punto dello stadio. I Friedkin ne vorrebbero in realtà uno nuovo e prosegue la fase di riunioni con gli assessori del Comune di Roma, guidate dal Ceo Pietro Berardi e dalla consulente dei giallorossi Lucia Bernabè. In Campidoglio vedrebbero di buon occhio un progetto a Pietralata, area che non piace particolarmente ai proprietari della Roma, più orientati verso la zona del Gazometro\Mercati Generali. E il nuovo stadio resta al momento solo un’idea. Lo scrive Il Tempo.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa