Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Napoli-Roma è la partita degli ultimi sogni. Spalletti: “Mou mi ricorda mio fratello”

spalletti

Le parole del tecnico dei partenopei

All’andata è finita 0-0, ma domani il pareggio è il risultato meno probabile. Per Napoli e Roma è quasi una finale. I partenopei devono vincere per rimanere ancorati al treno scudetto, i giallorossi per restare lì con la Juventus dopo il passo falso contro il Bologna.

Spalletti trova un avversario che in campionato ha messo su 11 partite senza perdere (7 vittorie e 4 pareggi) e soprattutto rivede Mourinho che contro di lui non ha mai perso. “Di Mourinho apprezzo la capacità di fari arrivare ciò che pensa. Lui arriva quando deve dire qualcosa, mi ricorda mio fratello Marcello. Tutti scrivono che non l’ho mai battuto ed è vero. Per far bene contro di lui devi battere una leggenda“, ha detto l’allenatore del Napoli in conferenza stampa. Lo scrive Il Corriere della Sera.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa