Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Chance Veretout, contro Brozo la prova più dura

Il francese torna dal 1′ per l’assenza di Cristante

Nella marcia per lo scudetto, la notizia migliore è poter contare sul maratoneta del campionato, pronto a tirare il gruppo fino al traguardo. Marcelo Brozovic non conosce le mezze misure e adesso che si è messo anche a fare gol, molto del futuro dell’Inter passa attraverso i suoi piedi: l’unico in grado di dettare i tempi di gioco alla squadra, sia quando si tratta di costruire sia quando bisogna soffrire e pressare.

Al centro che si deciderà la sfida: Mou ha perso prima Zaniolo per squalifica e poi Cristante (lombalgia). Toccherà allora Veretout il delicato compito di limitare le iniziative di Brozo. In fondo i due hanno un passato simile, da mezzala di inserimento, da faticatori della mediana. Il ripescato Veretout può essere il jolly a sorpresa che sposta l’equilibrio, anche perché oggi la Roma cercherà di far male all’Inter soprattutto grazie alla fase di transizione e in questo il francese è il miglior interprete a disposizione di Mourinho. Lo scrive La Gazzetta dello Sport.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa