Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Torna il pullman di Mourinho per portare la Roma in finale

Il pareggio a Leicester è un buon risultato per la Roma, arrivato anche grazie alla strategia difensiva di Mourinho

Il pareggio 1-1 in terra inglese è un ottimo risultato, ed è arrivato grazie alla più mourinhana delle partite possibili, un corpo a corpo da trasferta visto a varie latitudini e con vari colori. Il pullman davanti alla porta, definizione coniata proprio da Mourinho, fa passare qualche spiffero, ma la Roma battaglia in campo, e dopo il gol subito tiene, sfiorando la vittoria con un potente destri di Sergio Oliveira.

I giallorossi sono stati trascinati dai due romani in campo: Lorenzo Pellegrini (gol) e Nicola Zalewski (assist), un ragazzino di 20 anni nato a Tivoli, comune antichissimo a una trentina di chilometri dal Colosseo. Uno che dopo le partite torna a casa dalla mamma in auto cantando i cori dei tifosi della curva sud con accento romanesco, ma che ha scelto di difendere i colori della nazionale polacca: da lì veniva papà Christopher, deceduto a settembre dopo averlo visto debuttare con entrambe le maglie del suo cuore. Chissà se un giorno Roberto Mancini, che pure da Leicester era passato, prima di preferire la panchina da tecnico alle ultime briciole di calcio giocato, rimpiangerà di non aver provato a convincerlo a preferire l’azzurro. Lo scrive la Repubblica.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa