Resta in contatto

Rassegna Stampa

Dybala il “botto”. Poi Senesi, Matic, Douglas Luiz e Guedes. Ronaldo un sogno

Da Dybala a Douglas Luiz, passando per matic e Senesi: i nomi che infiammano il mercato della Roma

La vittoria in Conference League ha riportato delle certezze che in casa giallorossa mancavano da troppi anni: la prima è che si può vincere anche senza chiamarsi Juventus, Inter o Milan; la seconda è che seguendo la strada indicata da José Mourinho si può arrivare lontano. In un progetto triennale – lo Special One, arrivato l’anno scorso, ha altri due anni di contratto – dopo un successo al primo colpo si può solo alzare l’asticella dei risultati, e per farlo c’è bisogno di investire.

La sensazione è che Dan e Ryan Friedkin abbiano capito e che dal prossimo mercato potrebbe arrivare un “botto“, proprio come successe dodici mesi fa quando fu annunciato lo Special One. Due i nomi che in questi giorni stanno infiammando i romanisti: il sogno quasi impossibile Cristiano Ronaldo, che dovrebbe lasciare lil Manchester United, e quello più realizzabile, ma sempre complicato, che porta all’ex juventino Paulo Dybala.

Per arrivare alla “Joya” la Roma sta mettendo in campo l’artiglieria pesante: da Francesco Totti, che ci ha parlato e che si è detto disposto a cedergli la sua maglia numero 10, allo stesso Mourinho, che sta facendo un gran pressing sull’argentino. I tifosi già sognano: “Presidente portaci Dybala”, hanno cantato sotto il pullman scoperto su cui c’era Dan Friedkin durante i festeggiamenti al Circo Massimo.

Il presidente è rimasto impassibile, ma il messaggio è arrivato forte e chiaro. L’argentino, a parametro zero, ha offerte anche dall’Inter e per il momento sembra non avere fretta di decidere.

Per l’attacco, oltre a Dybala, ci sono Goncalo Guedes, attaccante esterno del Valencia che costa 30 milioni e Facundo Farias, 19 anni, attaccante argentino che gioca nel Colon, valutato circa 10 milioni. La cosa certa, è che la Roma del prossimo anno sarà profondamente diversa da quella che ha chiuso la stagione. Lo scrive il Corriere della Sera.

10 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

10 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa