Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Amarcord

Amarcord, 10 ottobre 1998: l’esordio in Nazionale di Totti (FOTO)

In questo giorno di 24 anni fa, l’ex capitano giallorosso indossò per la prima volta la maglia della Nazionale maggiore

Il 10 ottobre 1998 fa il suo esordio in Nazionale Francesco Totti. La partita era Italia-Svizzera, match di qualificazione ad Euro 2000, giocato ad Udine, e vinto 2-0 dagli Azzurri grazie alla doppietta di Del Piero.

Totti prese proprio il posto del calciatore juventino al minuto 70, regalando 20 minuti di ottime giocate e senza mostrare emozione. Il ct era Dino Zoff, che diede il via alla lunga carriera di Totti anche in Nazionale (alla fine saranno 58 le presenze con la maglia azzurra per l’ex numero 1o giallorosso).

La maglia d’esordio in Nazionale di Francesco Totti.

Queste le parole di Totti sul suo libro “Un Capitano”, riguardo a quell’occasione: «Quando Zoff mi richiama dal riscaldamento perché è arrivato il momento di entrare, penso che quel momento sia una specie di laurea. Non sarei stato soltanto un buon calciatore, capace di giocare in SerieA nella squadra della sua città. Se in maglia azzurra fossi riuscito a conquistare i tifosi degli altri club, quelli che non condividevano la mia fede e dunque non mi volevano bene a prescindere, sarei diventato un campione».

TABELLINO

ITALIA: Buffon; Panucci, Cannavaro, Maldini, Torricelli; Fuser, Baggio, Albertini; Di Francesco (61′ Bachini), Inzaghi, Del Piero (70′ Totti).
All.: Zoff.

SVIZZERA: Hilfiker; Vogel, Vega, Wolf (65′ Chassot), Henchoz; Rothenbuhler, WIcky (86′ Celestini),Sforza; Mueller, Sesa, Chapuisat.
All.: Gress.

Arbitro: Sars (FRANCIA).

Marcatori: 19′,61′ Del Piero.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Amarcord