Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Tris di baby assi per Frattesi, la Roma ci prova: può offrire uno fra Volpato, Bove e Tahirovic

La Roma non molla la pista Frattesi. I giallorossi per il centrocampista sono pronti ad offrire tre giovani

Il dialogo sotterraneo che è incorso tra la Roma e Davide Frattesi, in fondo, ha un sapore di ritorno al passato per costruire il futuro. La storia è nota. Già in estate il general manager Tiago Pinto aveva cercato in tutti i modi di portare il centrocampista del Sassuolo in giallorosso, ma l’accordo non è stato trovato.

La Roma, facendo leva anche della volontà del giocatore, può tornare alla carica. Magari già a gennaio, gettando le basi per l’estate. Il club giallorosso d’altronde, oltre al feeling diretto con Frattesi,ha due chiavi per arrivarvi. La prima è il diritto di avere il 30 per cento su una eventuale rivendita, clausola che aveva mantenuto al momento della cessione del giocatore al Sassuolo e che significa in pratica avere il 30 per cento di sconto sul cartellino, per cui il club emiliano parte da 30 milioni trattabili.

La seconda chiave è quello di un pacchetto di giovani da cui la società neroverde può pescare per arrivare alla valutazione richiesta. Da Volpato a Tahirovic, passando per Bove, la Roma ha una rosa d italenti di alto livello e che hanno già conosciuto l’emozione dell’esordio in prima squadra con José Mourinho.

Tra l’altro, proprio lo Special One la scorsa settimana, dopo il match fra i giallorossi e i neroverdi a Reggio Emilia, si è fermato a parlare con lo stesso Frattesi, ribadendogli tutta la stima possibile e augurandosi che possano lavorare insieme. Non sarà facile toglierlo al Sassuolo a gennaio, anche per via del “gentlemen’s agreement” con la Uefa per la sanzione da 35 milioni sospesa. Lo scrive La Gazzetta dello Sport.

87 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

87 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa