Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Siviglia-Roma, il discorso di Mourinho al gruppo: “Non piangete, siete i miei ragazzi”

Ecco le parole che il tecnico portoghese ha riservato ai suoi calciatori dopo i rigori

Orgoglio per quanto fatto e nessun rimpianto. Testa alta e volontà di continuare insieme. Ancora una volta Josè Mourinho si conferma uomo capace di compattare il gruppo, con il carisma proprio dei leader. L’empatia che ha caratterizzato la sua esperienza a Roma emerge anche nei minuti immediatamente successivi alla sconfitta in finale di Europa League. Il sito de Il Romanista riporta il discorso rivolto ai giocatori:

“Abbiamo perso una partita, abbiamo perso una coppa, non abbiamo perso una cosa essenziale. Noi abbiamo perso contro di loro? No persa, l’abbiamo pareggiata. E che è? Che è? Chi chiacchiera e parla? Chi è che parla? C’è uno che mi dice chi è che parla? O no? Nessuno. Sono andato lì a trovare la mia famiglia, ho trovato certa gente parlare di una brutta parola: della classifica. Sono venuto per voi. Siamo stati sempre insieme. Abbiamo fatto tutto. Abbiamo parlato ancora. Abbiamo giocato a calcio ancora, è questa è la brutta verità. La brutta verità. Però i miei figli vengono con me da 20 anni. Per le mie finali da quando erano piccoli. Stanno lì. Piangono i miei figli. 27 e 23 anni. Ma seguono il calcio e papà. Tu vai a casa, ci sono tuo papà, c’è tuo papà, c’è tua moglie. Ci sono tutti. Ci sono tutti. In realtà non abbiamo perso, non abbiamo perso. L’altro giorno l’ho detto a Lorenzo, a Mancini. Sono venuti da me. Sono sicuro qua, io voglio continuare qua per voi, per tutto quello che ho dato per voi. Io voglio rimanere qua. Qua e basta. Qua. Ci devono dare più punti. Punti. Devono puntare su di noi. Però voglio restare qua con voi. Adesso qua non dobbiamo pensare a quello che è accaduto qua. A casa ci dobbiamo pensare. Testa alta. Siamo stati insieme qua. Senza piangere. Senza piangere. Per me siete i miei ragazzi anche dopo questa partita che abbiamo perso. Calcio e calcio, uomini sono uomini. Voi siete tutti uomini. Adesso andiamo”.

Subscribe
Notificami
guest

3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Lukaku / Milan-Roma
La Roma ha svolto la rifinitura in vista del match di Udine. L'attaccante e il...
Azmoun / Roma
Dopo la sconfitta con il Bologna, la Roma è tornata ad allenarsi a Trigoria in...
Leandro Paredes Roma
Paredes e Llorente erano diffidati contro il Bologna, fatali le ammonizioni sancite dall'arbitro Maresca nella...

Dal Network

  Joe Barone non ce l’ha fatta. Dopo il malore che lo ha colpito domenica pomeriggio,...

Gli USA pronti a ospitare le 32 squadre da tutto il mondo Nell’estate del 2025,...
Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata storica...

Altre notizie