Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Roma Femminile

Roma Femminile, Greggi: “Voglio giocare la Champions con la Roma”

Giada Greggi: “Il calcio femminile in Italia è migliorato”

La giocatrice della Roma Femminile Giada Greggi ha rilasciato un’intervista alla trasmissione ‘Women’s Weekly’ dove ha parlato della stagione che sta vivendo con la maglia giallorossa. Queste le sue dichiarazioni:

“La vittoria contro il Pink Bari? E’ stata una partita difficile, giocavamo in casa, c’era una tifoseria molto pressante, che a volte potrebbe influenzare le prestazioni delle avversarie. Nonostante questo noi siamo riuscite a prendere i tre punti, avendo disputato un’ottima partita. Potevamo comunque fare di meglio. La Fiorentina è una big, una squadra molto competitiva, di grande spessore, che ha giocatrici che hanno esperienza in nazionale. Ma noi cercheremo di dare il meglio” – aggiunge sulla situazione del calcio femminile – “Riguardo il calcio femminile in Italia, l’asticella si è alzata notevolmente, anche perché sono subentrare società professioniste che hanno contribuito al miglioramento di questo calcio femminile, alla sua diffusione e come potete vedere si è reso molto più equilibrato e competitivo. Cerco di creare superiorità numerica e occasioni per il gol, ma soprattutto recupero tanti palloni. Sono abbastanza soddisfatta delle mie prestazioni, anche se cerco di fare sempre meglio, di migliorare, in tutto. Il mio motto è quello di lavorare duramente e costantemente, con l’intento di raggiungere gli obiettivi. L’esordio in Serie A è stata una grandissima emozione, ho provato brividi, soprattutto perché per me era un’esperienza nuova”. Infine sulla sua esperienza da romana e romanista dichiara: “Quando mi è arrivata la chiamata della Roma è stata una grande emozione, perché sono romana e romanista, non potevo chiedere di meglio. Il più grande obiettivo è quello di raggiungere la Champions con la Roma e di vincere qualche trofeo come la Coppa Italia e in futuro il campionato. L’altro grande obiettivo è quello di ricevere la chiamata dalla Nazionale”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Roma Femminile