Resta in contatto

News

Serie A, la Juventus cade a Genova. La Lazio travolge il Parma, pari Atalanta. Il derby di Milano va all’Inter

Risultati e marcatori della 28a Giornata

Sipario quasi calato sulla 28′ giornata di Serie A: dopo la vittoria del Cagliari di venerdì sera, sono arrivati i 3 punti anche per Sampdoria, Spal e Bologna. Nelle sfide della domenica c’è da segnalare lo stop della Juventus, sconfitto 2-0 dal Genoa, e la vittoria della Lazio sul Parma per 4-1. Solo 1-1 tra Atalanta e Chievo, mentre in chiave salvezza l’Empoli guadagna tre punti fondamentali contro il Frosinone. Alle 18:00 il Napoli asfalta l’Udinese per 4-2, mentre alle 20:30 l’Inter vince il derby di Milano imponendosi 2-3 contro il Milan.

VENERDI ALLE 20.30

Cagliari-Fiorentina 2-1 (52′ Joao Pedro, 66′ Ceppitelli, 88′ Chiesa)

SABATO ALLE 15.00

Sassuolo-Sampdoria 3-5 (17′ Defrel, 36′ Quagliarella, 38′ Boga, 40′ Linetty, 46′ Praet, 63′ Duncan, 72′ Gabbiadini, 93′ Babacar)

SABATO ALLE 18.00

SPAL-Roma 2-1 (22′ Fares, 54′ Perotti rig., 60′ Petagna rig.)

SABATO ALLE 20.30

Torino-Bologna 2-3 (6′ Pulgar aut., 29′ Poli, 34′ Pulgar rig., 64′ Orsolini, 89′ Izzo)

DOMENICA ALLE 12.30

Genoa-Juventus 2-0 (72′ Sturaro, 81′ Pandev)

DOMENICA ALLE 15.00

Atalanta-Chievo 1-1 (32′ Meggiorini, 56′ Ilicic)
Empoli-Frosinone 2-1 (20′ Caputo, 39′ Pajac, 70′ Valzania)
Lazio-Parma 4-1 (22′ Marusic, 26′ L. Alberto, 38′ L. Alberto, 44′ Lulic, 77′ Sprocati)

DOMENICA ALLE 18.00 

Napoli-Udinese 4-2 (18′ Younes, 26′ Callejon, 30′ Lasagna, 36′ Fofana, 57′ Milik, 70’Mertens)

DOMENICA ALLE 20.30 

Milan-Inter 2-3 (3′ Vecino, 51′ de Vrij, 57′ Bakayoko, 67′ Rig. L. Martinez, 71′ Musacchio)

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da News