Resta in contatto

News

Serie A, pareggio dell’Atalanta contro l’Empoli. La Roma si conferma al 5° posto

Dopo gli anticipi di ieri, oggi si riparte dal lunch-match allo Stadio Olimpico Grande Torino

La trentaduesima giornata del campionato di Serie A è iniziata ieri con tre anticipi: alle 15 la Juve è uscita sconfitta dalla Spal, grazie alle reti di Bonifazi e Floccari, che rimandano la festa scudetto dei bianconeri. Le altre due partite sono state Roma-Udinese, vinta dai giallorossi grazie al ritorno al gol in casa di Edin Dzeko e Milan-Lazio, decisa dal gol di Kessie. Nelle gare odierne, è arrivato il pareggio del Cagliari sul campo del Torino nella sfida delle 12:30, mentre le gare delle 15:00 hanno regalato ben poche emozioni: unico risultato degno di nota è il 2-0 della Sampdoria nel derby della Lanterna. Alle 18:00 la sfida tra Chievo e Napoli ha visto i partenopei trionfare 1-3 e condannare i gialloblu alla retrocessione. Frosinone-Inter alle 20.30. La giornata si chiuderà lunedì sera con il posticipo tra Atalanta e Empoli.

Sabato 13 aprile 2019
15.00
Spal-Juventus 2-1 (30′ Kean, 49′ Bonifazi, 74′ Floccari)
18.00
Roma-Udinese 1-0 (68′ Dzeko)
20.30
Milan-Lazio 1-0 (79′ Kessie rig.)

Domenica 14 aprile 2019
12.30
Torino-Cagliari 1-1 (52′ Zaza, 78′ Pavoletti)
15.00
Sampdoria-Genoa 2-0 (3′ Defrel, 53′ Quagliarella)
Fiorentina-Bologna 0-0
Sassuolo-Parma 0-0
18.00
Chievo-Napoli 1-3 (15′ Koulibaly, 64′ Milik, 81′ Koulibaly, 90′ Cesar)
20.30
Frosinone-Inter 1-3 (19′ Nainggolan, 37′ Perisic rig., 61′ Cassata, 93′ Vecino)

Lunedì 15 aprile 2019
20.30
Atalanta-Empoli 0-0

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da News