Resta in contatto

Edicola

L’Edicola, Totti dice addio alla Roma. Sul mercato i giallorossi rinnovano la difesa

Tutta la rassegna stampa in un click

CORRIERE DELLO SPORT – Fonseca per il 25 giugno ha convocato lo staff a Trigoria e dal giorno successivo la squadra si radunerà e comincerà ad allenarsi nel Centro Sportivo. A Pinzolo, dal 29 giugno al 7 luglio, ci saranno molti Primavera perché mancheranno tanti Nazionali che potrebbero decidere, però, di tornare prima per farsi trovare pronti per il preliminare di Europa League.

La più che probabile partenza di Manolas apre una voragine in difesa e c’è da muoversi in fretta sul mercatoPetrachi lavora sulla pista Nkoulou che portò dal Lione al Torino due anni fa. Ha forza, tecnica e la capacità di farsi trovare quasi sempre al posto giusto.

Tutti volevano Totti e De Rossi al centro della nuova Roma, dopo pochi mesi invece si trovano entrambi lontani da Trigoria. «Anni fa non avrebbero mai mandato via due uomini così.  

Francesco Totti non torna più indietro. E’ rimasto a Roma per preparare la conferenza stampa dell’addio, che si svolgerà lunedì nel primo pomeriggio alle ore 14 nel Salone d’onore del Coni. Due anni fa le lacrime accompagnarono il suo addio da calciatore, questa volta poca commozione e tanta rabbia. In questi giorni ha parlato con i suoi amici, la famiglia, chi gli è sempre stato vicino.

Anche Gigi Buffon ha commentato l’addio alla Roma del suo amico Francesco Totti. L’ex portiere bianconero, terminata anche l’esperienza al Psg, si è espresso così: «Posso capire. Dopo uno o due anni di apprendistato, un passaggio necessario, utile, devi stringere e capire se ti viene data la possibilità di esprimere il tuo valore, sfruttando le tue conoscenze. Serve la gratificazione. Francesco ha molto da dare…”.

CORRIERE DELLA SERA – Il 26 maggio scorso, nell’ultima partita di De Rossi in giallorosso, anche l’ultima apparizione di Totti come dirigente. Da lì in poi una discesa verso l’addio che sarà sancito domani alle 14 nel Salone d’onore al Coni. Non è bastato il lavoro diplomatico di Guido Fienga (nuovo CEO giallorosso) che ha provato a far cambiare idea a Totti, la frattura col resto della dirigenza era troppo profonda. Il Napoli, che sta per salutare Raul Albiol, si è unito a Juve e Milan nella caccia a Kostas Manolas, che può liberarsi con la clausola rescissoria da 36 milioni di euro.

La Roma romana e romanista non esiste più. Tre settimane dopo De Rossi anche Totti se ne va. Domani alle 14 nel Salone d’Onore del Coni spiegherà la causa della sua separazione da James Pallotta e Franco BaldiniTotti è stato dirigente per due anni, ma non è stato facile.

LA REPUBBLICA – La parole che da otto anni circola a Roma è “Deromanizzazione”, e figurarsi ora che in un mese saltano le due teste coronate più ingombranti, i simboli della romanità nello spogliatoio e nella dirigenza: De Rossi e Totti.

Carlo Verdone, attore e tifoso della Roma, è stato intervistato da La Repubblica ed ha parlato dell’addio di Totti. Questo uno stralcio delle sue parole.

A rileggere le parole di Totti a De Rossi di un mese fa, suonano come un prematuro addio alla Roma: “Torneremo grandi insieme“. Forse in quel momento ha davvero maturato la volontà di lasciare dopo 30 anni Trigoria.  

Era il primo giorno del corso allenatori a Coverciano ed ogni candidato era stato invitato a presentarsi con una breve sintesi della propria carriera. Totti si alzò e disse: “Sono Francesco Totti e mi hanno fatto smettere“. 

IL TEMPO – La città è divisa. Non equamente ma comunque divisa. La notizia della conferenza stampa che terrà Francesco Totti domani ha fatto tremare l’urbe, con reazioni diverse, contrastanti, figlie del dolore, della rabbia. Ma anche meno emotive, diverse. Ed è il termometro dei social a misurare l’improvvisa febbre che ha colpito i tifosi romanisti e non solo. Già, perché anche chi non ha il cuore giallorosso sta comunque vivendo questo passaggio epocale per la storia della Roma cercando di capirne i motivi. Sul web sono tantissimi a schierarsi contro la presidenza americana: “Far finire la carriera a Totti, cacciare De Rossi, cacciare Totti. Questo è il triplete di Pallotta”. Lo riporta Il Tempo. 

Maurizio Gasparri, Vice Presidente del Senato e noto per la sua fede romanista, è stato intervistato da Il Tempo. Queste le sue parole.

I cento giorni dell’Apocalisse giallorosso. Dal 7 marzo, data dell’esonero di Di Francesco, la Roma sembra essere entrata in una spirale negativa infinita e senza via d’uscita. L’ultima tempesta che si è scatenata e si scatenerà su Trigoria è quella delle dimissioni di Totti dalla dirigenza, ma negli ultimi tre mesi sono svariate le bufere che hanno coinvolto la società di Pallotta. 

Finisce nel modo peggiore possibile. Rabbia, distanza, gelo, rancore e accuse reciproche: la storia tra la Roma e Totti, esempio rarissimo di romanticismo nel calcio, si chiude con un mix micidiale.

LA GAZZETTA DELLO SPORT – Incredulità e rabbia. Perché la Roma senza Totti lascia senza parole. E proprio come successo con De Rossi la data di quello che potrebbe essere il suo ultimo atto in giallorosso è particolare. Domani 17 giugno l’ex numero 10 parlerà in conferenza stampa chiarendo la sua posizione.

Totti ci stava pensando su da un po’, da quando ha capito che la sua capacità di incidere sarebbe rimasta sostanzialmente la stessa di prima. E cioè minima. Nonostante le parole e le promesse. Il progetto del nuovo Ceo giallorosso Guido Fienga era quello di creare un asse De Rossi-Totti, con Francesco direttore tecnico e Daniele vice-Ceo. In meno di un mese gli si è sgretolato tra le mani e proprio dalla conferenza di De Rossi anche Tottiha iniziato a ragionare per il suo futuro. L’ex capitano ha deciso e domani dirà addio alla Roma. Lo riporta La Gazzetta dello Sport.

IL MESSAGGERO – Fuori De Rossi e adesso Tottieliminati e umiliati, senza curarsi della piazza e della storia, la loro e quella del club. Alla fine, però, sono stati loro ad essersi fatti da parte sentendosi improvvisamente indesiderati e comunque sviliti dalla proprietà Usa.

Claudio Amendola, attore e tifoso della Roma, è stato intervistato da Il Messaggero ed ha parlato dell’addio di Totti. Questo uno stralcio delle sue parole.

Soltanto il tempo ci dirà a chi ha fatto realmente comodo arrivare a questa soluzione: Totti lascia la Roma. Due anni dopo aver attaccato gli scarpini al chiodo, l’ex capitano ha deciso, spinto a farlo, di mollare il club.

 

Lascia un commento

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami
Advertisement

Agostino Di Bartolomei

Ultimo commento: "Che vuoi dire solo ti voglio bene capitano e ti piango ancora"

Nils Liedholm

Ultimo commento: "Con lui nacque la Magica Roma,R.I.P."

Francesco Totti: uomo, capitano e leggenda

Ultimo commento: "totti totti totti totti, totti totti totti gol..."

Giuseppe Giannini

Ultimo commento: "il nostro Principe, croce e delizia di quegli anni"

Daniele De Rossi

Ultimo commento: "Daniele vena gonfia di passione"
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da Edicola