Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Struber: “Non temo la Roma. Sarà una sfida particolare”. Liendl: “Faremo di tutto per vincere”

Interviene in conferenza stampa il tecnico del Wolfsberger

Gerhard Struber, tecnico del Wolfsberger, è intervenuto in conferenza stampa insieme a Michael Liendl alla vigilia della partita contro la Roma:

Per Struber, cosa si aspetta dalla gara di domani?
“Domani vorremmo giocare come con il Borussia Monchengladbach. Sarà una sfida particolare, i giocatori stanno bene e abbiamo un grande compito. C’è anche molta gioia e una grande autostima”.

Per Struber, come stanno i giocatori?
“Non ci sono infortunati, stanno tutti bene”.

Per Liendl, per te sarà quasi come giocare in casa essendo di Graz.
“Sarà una gioia giocare qui anche se avremmo preferito giocare nel nostro stadio. Sarà un vantaggio perché tutti i miei amici e la mia famiglia potranno esserci. Questa sarà una sfida importante, la Roma è un club importante, un grande nome, faremo del nostro meglio per vincere”.

Per Struber, cosa teme di più della Roma?
“Non temo nulla, non vedo l’ora di giocare ma siamo in fiducia e siamo contenti di giocare domani. Abbiamo molto rispetto comunque per la Roma”.

Per Liendl, cambia la testa dopo la prima di gara del girone?
“Abbiamo mostrato di saper vincere, l’autostima è cresciuta e sappiamo di potercela fare”.

Per Struber, sentite responsabilità per questo impegno contro la Roma?
“Non solo, ma anche per la Roma. Domani dimostreremo che siamo professionisti abbastanza per avere autostima e per fare di tutto”.

Per Liendl, qual è la differenza tra Klagenfurt e Graz? Come è stato allenarsi qui?
“Differente fare le cose qua. Qua è tutto più grande. Ora per noi non fa differenza per la prestazione. La differenza sta anche nell’esperienza che abbiamo fatto, siamo in Europa League. C’è molta più gente che ci segue, c’è più interesse.

Per Struber, domani sarete ancora così dominanti ed efficienti?
“La chiave della prestazione sarà l’efficienza”.

Per Struber, qual’e la differenza tra campionato e competizioni come queste?
“C’è sicuramente differenza. Della Roma rispettiamo molto Dzeko, non è cosa da ogni giorno giocare contro squadre così”.

Per Struber, avete studiato la Roma?
“Mi auguro ci siano molti spettatori allo stadio. Ho visto la Roma l’ultima volta nel 2018 contro il Milan. L’ho osservata bene, sono preparato”.

Per Struber, cosa deve aspettarsi la Roma domani?
“Vorremmo fare in modo che non riescano a sviluppare bene il nostro gioco”

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da News