Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Focus

L’Avversario, il Cagliari di Maran che vuole uscire dalla crisi nera (DATI)

La squadra sarda, dopo un inizio di campionato stellare, sta faticando non poco a ritrovare la via della vittoria, che manca ormai da ben 10 gare

Domenica pomeriggio la Roma sarà in Sardegna, per disputare la sfida contro il Cagliari di Rolando Maran. Alle 18:00 i giallorossi affronteranno un avversario difficile da gestire, quasi schizofrenico nel suo cammino in campionato. I rossoblu infatti, dopo un inizio splendido, che li aveva portati a giocarsi il quarto posto, hanno avuto un tracollo che dura ormai da 10 giornate.

Il cammino del Cagliari

Come detto, la stagione del club sardo può tranquillamente dividersi in due parti ben distinte: la prima, fino a dicembre, ha visto una squadra capace non solo di levarsi subito dalla zona retrocessione, ma addirittura di puntare ad un incredibile ingresso in zona Europa. Dopo due KO iniziali, la squadra ha iniziato ad inanellare una serie di risultati utili consecutivi (ben 13), che sono andati dall’1-3 al Tardini contro il Parma del 15 settembre, fino al pareggio contro il Sassuolo dell’8 dicembre. Da lì in poi, il crollo: nelle restanti 9 partite il Cagliari non è mai riuscito a vincere, ottenendo solo 3 punti. Un bilancio da retrocessione, che non ha fatto altro che inasprire una piazza quasi galvanizzata dai primi mesi di campionato.

Dati e numeri

Nonostante il bilancio delle ultime gare, il bottino totale del Cagliari fa sì che la squadra navighi in acque piuttosto tranquille: i 42 punti, frutto di 8 vittorie, 8 pareggi e 8 sconfitte, pone momentaneamente i sardi all’undicesimo posto, ma tutto potrebbe cambiare in caso dell’arrivo dei 3 punti. Con una vittoria la squadra di Maran potrebbe provare a rilanciarsi, arrivando ad un solo punto dal Milan e dal Napoli. Oltre alle due già citate, le squadre sopra ai rossoblu rischiano infatti il rinvio della gara, vista l’epidemia di Coronavirus che ha colpito le zone del Nord Italia (Bologna esclusa che affronterà la Lazio all’Olimpico). Guardando il grafico dei gol fatti e subiti, si può notare come il Cagliari sia particolarmente prolifico sopratutto nel secondo tempo: sono infatti 24 i gol fatti nei secondi 45 minuti, esattamente il doppio delle reti messe a segno nella prima metà di gioco. Se però segna molto nel secondo tempo, è vero anche che la squadra di Maran concede anche molto proprio in quel lasso di tempo: sono infatti 25 i gol subiti dal Cagliari nella ripresa, mentre solo 11 quelli della prima frazione.

La probabile formazione

Maran dovrà fare ancora a meno di Nandez, dal momento che il centrocampista uruguaiano non ha scontato la squalifica con il rinvio del match contro il Verona. Ai box ci saranno anche Faragò e Ceppitelli. Il tecnico trentino dovrebbe optare per un classico 4-3-2-1, con Cacciatore, Pisacane, Klavan e l’ex Pellegrini a difesa della porta di Cragno (ormai tornato stabilmente titolare ai danni di Robin Olsen, altro ex della gara). A centrocampo spazio a Ionita, Cigarini e Rog, mentre il duo Joao Pedro e Nainggolan, ex illustre della Roma, si posizionerà alle spalle di Simeone.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Focus