Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Roma, l’enigma dei terzini. In sei a caccia di futuro

Rebus terzini a Trigoria

In un momento in cui le certezze scarseggiano ovunque, è paradossale cercarle a distanza. Perché il primo passo sarà ripartire, ma subito dopo servirà programmare. Ecco, da questo punto di vista la difesa della Roma del prossimo anno rischia un profondo restyling. Non solo in mezzo, ma anche sulle fasce. Dei cinque terzini oggi in rosa (sei se si considera Florenzi) nessuno è infatti sicuro di restare. Il primo enigma è legato a Zappacosta: il prestito con il Chelsea scade a giugno, ma sia il giocatore che la Roma stessa sperano in un rinnovo per altri 12 mesi. Sulla stessa fascia gioca Santon, di cui i giallorossi sarebbero contenti se non fosse per l’ingaggio da 1,5 milioni, che potrebbe portarlo lontano da Trigoria.

Sempre a destra ci sono Florenzi e Bruno Peres. Il primo si è messo in mostra negli ultimi due mesi, ma ci sono degli interrogativi sul suo carattere e il contratto scade nel 2021: o rinnova o va via. Il secondo invece difficilmente tornerà alla base da Valencia o, se lo farà, sarà per andare altrove. La Fiorentina è pronta ad accoglierlo. A sinistra ci sono Kolarov e Spinazzola. Il serbo potrebbe lasciare e in quel caso l’ex Juventus, avendo maggiore spazio, rimarrebbe. Con una permanenza del numero 11 invece, non sarebbe da escludere una cessione dell’ex Juventus. Lo scrive “La Gazzetta dello Sport”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa