Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Prima Squadra

Cetin: “Il supporto dei tifosi mi ha aiutato molto. Vogliamo la Champions”

Il difensore turco: “La prima partita è stata incredibilmente eccitante, sono andato abbastanza bene per cui ero felice”

Continuano i messaggi su Whatsapp tra la Roma e i calciatori. Questa volta è stato il turno di Mert Cetin che ha parlato della quarantena e dei suoi primi mesi nella capitale. La conversazione tra il club e il calciatore turco:

Come ti stai trovando in questo lockdown?

“Cerco di fare quello che posso, mi prendo cura di me stesso. Mi sto concentrando maggiormente sulla dieta, in particolare per rinforzare il mio sistema immunitario. E mi sto allenando duramente a casa, certo!”

Ci sono persone qui a Roma con te? La famiglia, gli amici

“La mia famiglia è tutta in Turchia ma ho un amico che vive qui con me”

Come va l’allenamento?

“Sto seguendo il programma che ci ha dato il club, preferisco svolgerlo mentre ascolto la musica: mi motiva. La società ci ha inviato un tapis roulant e una cyclette, quindi abbiamo tutto ciò che ci serve”

Parli molto con i tuoi compagni di squadra?

“Certo, abbiamo delle videochiamate di squadra e le nostre chat di gruppo”

Immagino che parlerai con Cengiz ancora di più…

“Parliamo molto, il più possibile. Sta attraversando la mia stessa esperienza quindi supportarci è importante per entrambi. Penso che questo ci motiva e ci spinge a fare qualcosa in più”

Avrai una top 3 di film che hai visto durante la quarantena e da consigliare…

“Ok fammi pensare…”Il ragazzo che catturò il vento”, “Il buco” e la trilogia del Signore degli Anelli”

Hai avuto altri hobby in questa quarantena?

“Visto che mi sto concentrando molto sull’alimentazione, sto passando molto più tempo in cucina. Sono un cuoco ormai…”

Come ti sei ambientato a Roma?

“Onestamente non ho avuto alcun problema d’ambientamento. Amo la cultura italiana, il posto dove vivo e come sono le persone, sul campo il supporto dei tifosi mi ha aiutato veramente molto. Sento che sto migliorando continuamente qui, ogni cosa sta andando bene e penso che continuerà così”

Com’è stato debuttare?

“La prima partita è stata incredibilmente eccitante, sono andato abbastanza bene per cui ero felice. La reazione dei tifosi della Roma e quella che ho ricevuto dal mio paese mi hanno inorgoglito e mi hanno dato consapevolezza”

Cos’hai imparato dal mister?

“Penso abbia migliorato il mio stile di gioco, come vedo la partita e il mio posizionamento”

Quando il calcio ripartirà, quali saranno gli obiettivi?

“Di sicuro vogliamo finire tra le prime 4 per andare in Champions League. Sappiamo che la salute è la cosa più importante ma quando ricominceremo quello sarà l’obiettivo!”

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Prima Squadra