Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Paura a Trigoria, i casi sono 6. Oggi nuovo giro di tamponi

La Roma ora trema

Altri due casi di positività al Covid-19 all’interno della Roma, gli ennesimi in pochi giorni. Dopo i due calciatori della Primavera rientrati dalla Sardegna, dopo la positività di Antonio Mirante e quella di due giorni fa di Carles Perez, ieri è toccato al brasiliano Bruno Peres e a Justin Kluivert. A Trigoria i casi confermati in totale sono sei, numero che deve preoccupare ed ha fatto arrabbiare la dirigenza romanista. Non a caso sono stati sospesi gli allenamenti della squadra, che sarebbero dovuti iniziare ieri. L’esterno brasiliano, di ritorno dalle vacanze trascorse in Campania e Sicilia con la fidanzata, è risultato positivo al primo tampone. È stato lo stesso calciatore a condividere sui social la propria positività, specificando di essere asintomatico e di essere in buone condizioni di salute. Mentre per Kluivert nessuna nota apparsa sui social, a darne notizia è stata direttamente la Roma.

L’attaccante ex Ajax era rientrato da pochi giorni da un periodo di vacanza trascorso in Olanda e in giro tra Ibiza e Formentera. Le foto sui social pubblicate dall’esterno rendono evidenti le lacune sulle regole del distanziamento sociale, nonostante non abbia frequentato le discoteche. La doppia positività di Peres e Kluivert ha portato dei cambiamenti necessari al programma di lavoro della formazione giallorossa. L’annullamento del primo allenamento stagionale e la decisione del nuovo giro di tamponi organizzato per questa mattina sono logiche conseguenze dei casi risconstrati. Se tutto dovesse andare liscio, la stagione riprenderà oggi pomeriggio alle 18, con la squadra che avrebbe perso solamente un giorno di lavoro. Falsa partenza che complica i piani di Fonseca che perderà anche tutti i calciatori convocati nelle rispettive nazionali per gli impegni di Nations League. Lo scrive “Il Corriere della Sera”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa