Resta in contatto

News

Maran: “Non facile giocare contro una Roma come questa”

Il tecnico rossoblu: “Il gol allo scadere poteva condizionare la nostra gara ma siamo stati bravi a recuperarla subito ad inizio ripresa poi per mancanza di lucidità abbiamo concesso due reti in maniera troppo facile”

Rolando Maran ha parlato ai microfoni di Genoa Channel al termine di Genoa-Roma, terminata 3-1 per i giallorossi.

Il match?
“Abbiamo affrontato una grande squadra. Non siamo stati fortunati talvolta, anche nel primo tempo quando abbiamo provato la pressione alta. Il gol allo scadere poteva condizionare la nostra gara ma siamo stati bravi a recuperarla subito ad inizio ripresa poi per mancanza di lucidità abbiamo concesso due reti in maniera troppo facile. Tutti cercano di dare il massimo impegno ma non era facile giocare contro una Roma come questa”.

Pjaca?
“Dobbiamo crescere tutti sotto ogni punto di vista, dovremo trovare la nostra identità ed accompagnare di più l’azione. Con la gamba giusta sarà più semplice. Sapevamo di avere un mese difficile e ora cerchiamo di farci trovare pronti dopo la sosta quando ripartirà il nostro campionato che è stato sinora ad handicap”

La sosta?
“Per lavorare per chi deve lavorare, per far stringere i denti a chi ha tirato la carretta. Rincontrerò tutta la squadra a metà della prossima settimana, quella del campionato. prima sarà impossibile a causa dei molti Nazionali che non saranno presenti”

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da News