Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Roma-Udinese, le parole di Gotti: “Mi piace l’identità che Fonseca ha dato alla Roma”

Le parole in conferenza stampa del tecnico bianconero: “La Roma ha qualità ed esperienza”

Luca Gotti ha parlato in conferenza stampa della gara di domani alle 12:30, valevole per la ventiduesima giornata di campionato. Queste le parole del tecnico friulano:

La vittoria contro l’Hellas può avere certificato il salto di qualità dell’Udinese?
Ogni partita mette in discussione questo principio. Con la Roma sicuramente non sarà una gara facile, ha vinto contro tutte le avversarie della parte destra della classifica. Il livello con cui ci confronteremo domani potrà farci capire qualcosa in più.
Come ha visto la squadra dopo quattro risultati utili consecutivi?
Bene. Sappiamo che non sempre ciò che si vede in settimana corrisponde a cosa si vedrà poi in campo, resta il fatto che abbiamo lavorato molto bene.
Che Roma si aspetta?
È difficile prevedere a priori la direzione che prenderà la gara. La Roma è una squadra composta da giocatori di qualità ed esperienza. Fonseca è riuscito a dare un’identità che a me piace molto. Da parte mia spero che l’Udinese sia nella direzione di un continuo miglioramento, diventi sempre più forte e a sua volta riesca a proporre in campo le proprie idee precise di gioco. L’anno scorso partimmo molto bene e fummo poi avvantaggiati dall’espulsione di Perotti che ci aiutò a conquistare i tre punti. Quest’anno nella gara di andata eravamo in grande emergenza ma abbiamo affrontato la Roma a viso aperto, con coraggio e fummo puniti oltre i nostri demeriti.
Come ha visto Makengo dopo l’ottimo ingresso a gara in corso contro il Verona? La sua crescita le consentirà di ampliare il ventaglio di scelte a centrocampo?
È un ragazzo giovane che arriva da un altro campionato, il suo processo di adattamento richiede un po’ di tempo. Nel suo caso questo tempo si è poi allungato a causa di alcuni grossi problemi familiari (ha perso improvvisamente il padre). Passato questo periodo di difficoltà si è buttato a capofitto nel lavoro, migliora giorno per giorno. Domenica è entrato in un momento della partita non facile, ha perso il primo pallone a ridosso della nostra area rischiando molto, ciononostante i 20 minuti finali li ha giocati con grande energia. Mi è piaciuta molto la sua reazione a un primo episodio negativo. Sono sicuro che crescerà ancora, ma lo stesso posso dire per Owejan e Molina.
Con Nuytinck l’Udinese ha messo a segno 17 punti i 7 gare, senza di lui 7 in 14 partite. Solo una casualità?
Il susseguirsi delle partite fa sé che si possa iniziare a porre delle riflessioni su questi numeri. È ovvio che non è l’unica variabile, ci sono anche altre concause, però oltre alle qualità di Bram è fuori discussione anche che è in grado di far giocare meglio i suoi compagni.
Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da News