Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Stadio Roma, ora c’è l’accordo Comune-Regione

Buone notizie sul fronte stadio

È stato fatto un passo in avanti sostanziale per lo stadio di Tor di Valle. In questi giorni la Giunta capitolina ha approvato l’integrazione dell’Accordo di collaborazione tra Roma Capitale e Regione Lazio per gli interventi di potenziamento infrastrutturale della linea ferroviaria Roma-Lido. Un nodo che aveva creato molte divergenze tra la Raggi e Zingaretti e che ha allungato inevitabilmente i tempi per arrivare al voto in aula della convenzione urbanistica, ultimo atto per avviare i lavori per lo stadio di Tor di Valle.

La delibera con l’Accordo di collaborazione dovrà ora essere approvata dalla Giunta della Regione Lazio. Ma è stato fatto un passo in avanti importante, dopo mesi di stallo. Il voto in aula della convenzione urbanistica non sarà calendarizzato prima delle prossime elezioni.  La Roma è sempre più intenzionata a rivedere il progetto, per questo non sono stati ripresi i contatti con il Comune. Intanto si attende la decisione del giudice fallimentare sulle società di Parnasi, Vitek dovrà formalizzare l’acquisto dei terreni entro il 31 marzo. I Friedkin attendono, anche in attesa delle elezioni del sindaco. Lo scrive “Il Corriere dello Sport”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa