Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Ecco tutte le date dell’estate di Mou

Mourinho

Ecco dove si svolgerà il ritiro giallorosso

Inizia a prendere forma il programma della seconda parte di preparazione estiva della Roma. Terminato il ciclo delle prime quattro amichevoli – con Montecatini, Ternana, Triestina e Debrecen – lunedì 26 luglio la squadra di Mourinho si imbarcherà per il Portogallo: il ritiro si svolgerà ad Almancil.

Prima di partire i giocatori potrebbero riassaporare il calore dei tifosi: si sta valutando l’idea di consentire l’accesso allo stadio di Frosinone ai possessori di green pass in occasione del match del 25 contro gli ungheresi del Debrecen, ma la scelta dipende dall’autorità sanitaria locale.

Durante la permanenza all’estero sono in programma altre quattro partite. Oltre a quella contro il Betis Siviglia che si disputerà il 7 agosto in casa degli andalusi, la Roma scenderà in campo contro Siviglia – in Portogallo – e Porto (l’accordo deve essere formalizzato) mentre si deve prendere una decisione sull’ultima avversaria da affrontare.

In Algarve ci saranno anche i Friedkin, che alloggeranno insieme alla squadra in un resort di lusso dotato di ogni comfort: per la scelta della location è stata decisiva la presenza di un campo da golf, espressa richiesta del presidente Dan.

La Roma rientrerà in Italia dopo la partita con il Betis Siviglia. La presentazione della squadra non è ancora stata fissata ma la data giusta sembra essere quella del 14 agosto, che si preannuncia come una giornata storica: sarà la prima volta in cui i tifosi accoglieranno Mourinho e riabbracceranno la Roma all’Olimpico dopo più di un anno. Lo scrive “Il Tempo”.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa