Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Le pagelle di Siamo la Roma

PAGELLE – Genoa-Roma 0-2: zuppi e Felix

La Roma trova una vittoria pesantissima

RUI PATRICIO  SV

Spettatore non pagante del match del Ferraris

MANCINI 6

Concentrato, cattivo e senza sbavature.

KUMBULLA  6

Dopo prestazioni largamente insufficienti, torna a far vedere le sue qualità.

IBANEZ  6,5

Il brasiliano è in un momento positivo e lo conferma anche a Genova.

KARSDORP 6,5

Un moto perpetuo, sverniciando Cambiaso su quella fascia. Manca un po’ di qualità nell’ultimo tocco.

VERETOUT  6,5

Il francese torna ai suoi livelli: corre, lotta, strappa e recupera palloni. Ammonito, salterà il Torino.

PELLEGRINI 6

Gioca in condizioni fisiche non perfette. Ma è una gara preziosa la sua, piena di tante cose buone.

EL SHAARAWY  6,5

Si applica in un ruolo che non è esattamente il suo, ma quella fascia è casa sua. Serpentine e giocate, il Faraone c’è. Salva su Sturaro l’unica occasione creata dal Genoa.

MKHITARYAN  7,5

Segna ma il tocco di mano di Abraham lo rende un gol da annullare, la serpentina dove consegna l’assist a Felix invece è strepitosa e decisiva. Rinato nel cuore del campo.

SHOMURODOV 6

La prestazione c’è, perché è sempre nel vivo dell’azione. Scalzo si divora un gol sotto porta e può far gol nella ripresa. Dev’essere più cattivo.

ABRAHAM  5,5

Si vede poco, dovrebbe essere il punto di riferimento di Shomurodov, accade il contrario. Non tira mai in porta, anzi devia con la mano il tiro di Mkhitaryan che termina in rete.

FELIX  9

Se il dieci si dà solo a Falcao, Felix si prende un 9. Per la pesantezza dei gol, che regalano alla Roma tre punti importantissimi, per la bellezza dei gol (il secondo è una perla) e per la maturità mostrata in campo. Bravo!

SMALLING SV

Si rivede in campo. Bentornato Chris.

BOVE SV

Una manciata di minuti che il tecnico gli concede.

MOURINHO  7

Si è preso la responsabilità dei risultati negativi, oggi ha il merito di prepararla bene e di avere l’intuizione a gara in corso. La sua Roma torna Special e lo rende Felix.

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Le pagelle di Siamo la Roma