Resta in contatto

Amarcord

Amarcord, 5 dicembre 2006: Panucci qualifica la Roma agli ottavi di finale di Champions League (VIDEO)

Panucci e Spalletti trascinano la Roma agli ottavi di Finale di Champions League

Ultima giornata di Champions League prima della fase finale a eliminazione diretta. I giallorossi di Luciano Spalletti affrontano il Valencia di Sanchez Florez e Tavano. Gli spagnoli, già qualificati, non hanno molto da chiedere ma giocano il match rispettando fino alla fine la competizione. La Roma, orfana di Francesco Totti, scende in campo con Virga e Rosi.

La squadra capitolina gestisce bene il match seppur con poche occasioni da rete da entrambe le parti, Doni di fatto al termine del match non prenderà nemmeno il voto perché non è mai stato chiamato in causa. A sbloccarla e deciderla ci pensa il capitano di giornata Christian Panucci.

LE FORMAZIONI UFFICIALI 

AS ROMA (4-2-3-1): Doni Sv, Cassetti 6, Mexes 7, Panucci 7, Tonetto 6,5, De Rossi 6,5 (75′ Perrotta Sv), Chivu 6, Virga 6 (83′ Rosi Sv), Taddei 6, Mancini 6, Vucinic 5,5 (90′ Okaka Sv)
A disp.: Curci, Montella, Defendi, Marsili
All. Luciano Spalletti

VALENCIA (4-4-2): Butelle 6, Curro Torres 6, Navarro 5,5, Albiol 6, Cerra 6, Joaquin 6,5, Viana 6, Pallardò 5,5 (90′ Corcoles Sv), Jorge Lopez 6 (74′ Romero Sv), Aaron 5,5 (27′ Nacho Insa 5,5), Tavano 5,5
A disp.: Sanchez Flores
All. Mora, Baraja, Vicente, Silva

CLASSIFICA FINALE DEL GIRONE

  1. Valencia 13
  2. Roma 10
  3. Olympiacos 6
  4. Shakhtar 3
Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Amarcord