Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Tifosi in rivolta: “No al maxischermo, porta sfortuna”

Tifosi contro al maxi-schermo

La caccia al biglietto è partita, l’operazione Tirana per molti tifosi è già iniziata. La Roma si è mossa subito, assicurando il tagliando ai supporter giallorossi presenti nella nefasta notte di Bodø e successivamente concedendo la prelazione ai suoi abbonati: 13.993 di loro hanno fatto richiesta per un biglietto per la finalissima del 25 maggio. Considerando la limitata disponibilità dell’impianto che ospiterà la sfida con il Feyenoord, gli abbonati hanno avuto modo di partecipare ad un concorso: i fortunati vincitori riceveranno un codice e un link utile per ottenere dalla Uefa un biglietto gratuito.

Meno di 2000 tagliandi saranno così posizionati, un centinaio per i tifosi con disabilità e il rimanente, meno di mille, sarà nelle disponibilità della Roma. Tutti gli altri? A casa o in piazza. La proposta lanciata dall’Assessore a Sport e Grandi eventi di Roma Capitale, Alessandro Onorato, ha fatto subito discutere i tifosi: “Con il sindaco Gualtieri abbiamo intenzione di organizzare un maxi-schermo per la finale di Conference League tra Roma e Feyenoord del 25 maggio. Sentiremo il prefetto e sceglieremo il luogo migliore“.

Tre le ipotesi sul tavolo: Piazza del Popolo, Circo Massimo e, addirittura, stadio Olimpico. L’idea però non è piaciuta (eufemismo) ai tifosi della Roma, visti i precedenti poco fortunati del passato. Da Napoli-Roma dell’anno dello scudetto, con il gol di Pecchia nel finale che rimandò la festa della Roma di Fabio Capello di una settimana, alla finalissima di Coppa dei Campioni con il Liverpool, persa ai rigori.

Nel glossario della scaramanzia dei tifosi giallorossi, i maxi schermi sono al primissimo posto e nessuno vuole “contaminare” la finale di Conference League con il Feyenoord. “Vi prego per favore no. Ognuno la veda a casa propria. Ste robe portano una sfiga assurda” oppure “Si vede che Onorato tifa Lazio, altrimenti non si spiega”. Ma c’è spazio anche per una contro-proposta: “A questo punto niente piazze, aprite l’Olimpico e lo riempiamo”.

La Roma non è entusiasta dell’idea, ma potendo scegliere preferirebbe l’ipotesi Olimpico. Il partito del “no” ha comunque la maggioranza, con l’hashtag #NoalMaxischermo che su Twitter ha trovato molte adesioni.

Lo scrive “La Repubblica”.

92 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

92 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa