Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Belotti aspetta solo il sì di Shomurodov

Il Gallo aspetta solo i giallorossi

José Mourinho ha raggiunto il suo obiettivo: avere due calciatori titolari per ogni ruolo. O quasi. Perché in attacco il vice di Abraham sarebbe Shomurodov palesemente bocciato dal portoghese la scorsa stagione e messo sul mercato questa estate. La sua avventura in giallorosso sta per finire dopo essere stato pagato nel 2021 ben 17,5 milioni.

In un anno l’uzbeko non ha convinto José e, inoltre, non è stato nemmeno ammortizzato a sufficienza sul bilancio a tal punto da far totalizzare una plusvalenza. Dunque, che farne? Accettare una delle due offerte (prestito con diritto di riscatto a 11 milioni) provenienti da Bologna e Torino? Al momento la Roma rimane ferma sulla richiesta di un obbligo.

Ma gli altri club conoscono le esigenze dei giallorossi. Probabile, quindi, che sia soltanto una questione di tempo. Se alla fine passerà la formula del prestito con diritto, se ne riparlerà la prossima estate.

Cessione strategica che sbloccherebbe l’arrivo di Andrea Belotti, ormai in attesa da settimane che la Roma gli faccia un cenno per raggiungere Trigoria. Da lui l’aereo di Dan Friedkin non è ancora passato, ma presto potrebbe farlo salire a bordo per portarlo direttamente alla corte di José. L’accordo sulla parola è stato trovato sulla base di tre anni a 2,8 milioni a stagione. Lo scrive Il Messaggero.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa