Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Soluzione Belotti: Pinto accelera. Mourinho lo vuole prima della Juventus

Il gm al lavoro per far spazio al “Gallo”

Mourinho è stato chiaro. Senza mai fare il nome di Belotti, anche pubblicamente ha detto senza mezzi termini che manca ancora qualcosa alla rosa. Così, per esaudire le richieste dell’allenatore, Tiago Pinto si è immerso in una tre giorni milanese per cercare di creare le condizioni per l’ingaggio di Belotti.

L’allenatore continua a inviare segnali al centravanti, disposto ad aspettare ancora. È costretto allo status di disoccupato quando tutti i campionati sono partiti. Sono passati più di due mesi dall’ultima partita ufficiale giocata e non ha svolto preparazione con una squadra, non può restare parcheggiato ancora a lungo.

Mourinho lo vuole per la prima sfida vera della stagione, in programma tra nove giorni a Torino contro la Juventus. La Roma alla fine riuscirà a ingaggiare Belotti, al termine di un percorso tortuoso, con ostacoli rappresentati da Shomurodov, Felix, Kluivert e altri sette giocatori in esubero che non si riesce a muoverli e che pesano in bilancio come macigni. Ieri Tiago Pinto era abbastanza preoccupato. La concorrenza per il Gallo aumenta e anche se il centravanti continua a dare la priorità alla Roma, il rischio di perderlo esiste. Lo scrive “Il Corriere dello Sport”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa