Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Wijnaldum, parla l’ortopedico Monaco: “Tornerà soltanto nel 2023, va seguito bene”

Le parole dello specialista sull’infortunio dell’olandese

Edoardo Monaco, associato di malattie dell’apparato locomotore all’Università di Roma La Sapienza e specialista in ortopedia e traumatologia all’Ospedale Sant’Andrea, ha rilasciato un’intervista a Il Romanista, in merito all’infortunio di Georginio Wijnaldum.

Il professore, ortopedico della nazionale italiana Under 17 dal 2004 al 2018, ha spiegato nel dettaglio la tipologia di infortunio del centrocampista, soffermandosi sui tempi di recupero e i rischi ad essi collegati. Ecco uno stralcio dell’intervista rilasciata al quotidiano:

Professore, che infortunio è quello subito da Wijnaldum?
“Ci troviamo in una zona un po’ grigia, nel senso che l’infortunio non è gravissimo ma va seguito con estrema attenzione. Da quanto ho capito si tratta di una frattura isolata della tibia composta”.

Allo stato attuale quale potrebbe essere la previsione più adeguata per un ritorno di Wijnaldum?
“Credo sia impossibile rivederlo prima di quattro mesi, qualsiasi scelta venga presa sulla terapia”.

Un problema potrebbe essere la voglia di bruciare i tempi per esserci al Mondiale?
“Secondo me è impossibile prima del nuovo anno. Ci sarà il lieto fine, ma bisogna fare attenzione”.

LEGGI QUI L’INTERVISTA COMPLETA!

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa