Resta in contatto

News

Tavano (ag. Bove): “Con la Roma progetti condivisi, Edoardo avrà tempo per esprimere le sue qualità”

Parla l’agente del centrocampista giallorosso

Diego Tavano, agente, tra gli altri, di Edoardo Bove, ha parlato ai microfoni di Centro Suono Sport nel corso della trasmissione “Crossover”. Queste le parole del procuratore:

Il centrocampo è stato uno dei reparti che ha subìto più cambiamenti: come si può inserire il profilo di Edoardo Bove? 
“Sulla squadra posso dire la mia, rispettando sempre le scelte di Mourinho; su Edoardo però preferisco non parlare. Ognuno si è fatto una propria idea sul calciatore e sul suo valore, ma non mi permetto di fare confronti con la squadra attuale. La Roma è forte e completa in tutti i reparti, penso riuscirà a fare un grande campionato coinvolgendo tutti nel giusto modo”.

C’è stata la possibilità che in estate Bove partisse in prestito per giocare con più costanza? 
“Il ragazzo oggi è nella Roma perché è stato voluto e noi abbiamo rispettato il pensiero della dirigenza. Edoardo fa il suo lavoro ed ha un contratto con la Roma, poi parlerà il campo e vedremo. Deve pensare ad allenarsi bene e a mettersi a disposizione. I progetti con il club sono sempre condivisi”.

Può giocare in Europa League? Come sta Bove? 
“Un ragazzo di vent’anni che guadagna molto più di tantissime altre persone e che gioca nella Roma sta bene. È un giocatore giovane e ci sarà tempo per esprimere le sue qualità. È già importante e significativo che sia considerato dalla Roma in un progetto così ambizioso. Il club giallorosso oggi vale come le grandi squadre italiane ed europee. Per il Ludogorets vediamo: è a disposizione”.

Come sta cambiando il modo di fare mercato rispetto a qualche anno fa? 
“I giocatori che vanno a parametro zero non lo fanno per scelta, c’è meno forza da parte dei club. Per i rinnovi serve profonda convinzione da entrambe le parti. Nel motociclismo, ad esempio, i contratti non superano mai i due anni. La Roma ha vissuto tante situazioni delicate con calciatori in esubero con contratti lunghi, oggi giustamente si riflette di più sul rinnovo. Quando un calciatore va a scadenza l’unico che ci guadagna è l’agente, perché spesso il giocatore è spaventato dalla situazione”.

Cosa ne pensi del progetto Roma e dell’inizio di stagione? 
“Da tifoso sono molto contento, ormai non mi nascondo più. Il progetto va avanti molto bene e hanno fatto un lavoro incredibile dal punto di vista dirigenziale. La Roma ha ereditato una situazione molto pesante ed è riuscita a fare un gran lavoro. Il merito è di Tiago Pinto, ma anche di Mauro Leo, il Direttore Sportivo che lo ha aiutato. Una partita storta come quella di Udine può capitare. La Roma lotterà fino alla fine per la vittoria del campionato”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da News