Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Pellegrini vuole sfatare il tabù e cambiare marcia

Per fare risultato contro l’Inter servirà il miglior Pellegrini

Per fare risultato oggi contro l’Inter servirà il Pellegrini dello scorso anno. Il simbolo di Roma, ma anche di una squadra piena zeppa di italiani, molti dei quali anche Nazionali. Le scorie dell’infortunio contro l’Atalanta non aiutano, ma nel frattempo Pellegrini è diventato davvero tridimensionale: fondamentale in campo, importante nello spogliatoio, amato dai tifosi. Incarna l’identità, rappresenta il legame con la città, simboleggia una scia continua con i totem che lo hanno preceduto che si chiamano Totti e De Rossi.

Un’eredità pesantissima che Lorenzo ha imparato a gestire e sopportare allo stesso tempo. Anche per questo va a caccia di una prestazione super, una di quelle che in queste prime nove partite stagionali non gli è ancora riuscita. Sbancare San Siro lo aiuterebbe a mettersi alle spalle una partenza lenta, per riprendere subito il ritmo preferito, quello che corre veloce verso successi e vittorie.

Lo scrive La Gazzetta dello Sport.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa