Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Konsel: “La Serie A è in ripresa, il derby è una partita speciale. Alisson? Gravissima perdita”

“Roma è una piazza difficile e bisogna avere una grande e fondamentale professionalità”

E’ intervenuto ai microfoni di Tele Radio Stereo 92.7 Michael Konsel, indimenticato portiere giallorosso che ha parlato del momento della Roma a meno di una settimana dal derby. Ecco le sue parole: “Il derby e tutti i big match sono tutte partite sentite che ti fanno dare quel qualcosa in più. Non è una partita come le altre, bisogna pensare sempre positivo e anche la pressione va canalizzata in questo senso”.

Sulla Serie A: “Il periodo in cui ci ho giocato io era in auge visti i grandi campioni presenti, poi c’è stato una flessione e ora la vedo in ripresa. Per un giocatore è sempre bello andare a giocare in Serie A anche se ci sono campionati come la Premier League più affascinanti e competitivi”.

Sui giovani che arrivano a Roma: “Roma è una piazza difficile e bisogna avere una grande e fondamentale professionalità. I giovani che arrivano devono pensare solo alla propria vita legata alla professione. C’è sempre una pressione altissima ma personalmente a me questo è sempre piaciuto”.

Infine sul portiere più forte al mondo: ” Quando sta in forma ancora oggi il miglior portiere al mondo è Neuer. Lui gioca molto avanti, è coraggioso, e abbraccia la mia filosofia nell’interpretare il ruolo. Subito dietro viene Alisson che è stata una gravissima perdita per la Roma”.

5 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

5 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da News