Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Pali e patta

Il derby termina 1-1 con sei pali colpiti in totale

Il pareggio nel derby piace più a Fonseca che a Inzaghi. L’1-1 è comunque il punteggio più bugiardo che ci sia, con cinque pali nel primo tempo. Il risultato è stato in discussione fino all’ultimo minuto, come lo sarà l’esito della corsa al quarto posto che vedrà protagoniste le due romane. Il lavoro di preparazione del match di Fonseca evapora durante il riscaldamento: Zappacosta si ferma e lascia il posto a Kluivert, con Florenzi che torna a fare il terzino destro. L’unica novità è stata dunque Mancini al posto di Juan Jesus in difesa. L’atteggiamento è meno spregiudicato rispetto alla partita contro il Genoa, ma ciò fa perdere alla Roma il suo nuovo stile, cercando fondamentalmente di sfruttare le ripartenze concesse dai biancocelesti. Lo scrive Il Messaggero.

 

 

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa