Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Il Premier Conte si schiera con Juan Jesus. A Lecce per ripartire

Il Presidente del Consiglio solidale col brasiliano

Dopo la lodevole decisione della Roma di infliggere il daspo a vita al tifoso che aveva rivolto pesanti insulti razzisti sui social a Juan Jesus, il difensore giallorosso è diventato improvvisamente un testimonial per la lotta al razzismo negli stadi e non solo. A tal punto da smuovere il premier Giuseppe Conte: “Chi ha insultato Juan Jesus non ha alcuna passione per lo sport, che stia fuori a vita dagli stadi“.

Immediato il ringraziamento del ragazzo su Instagram: “Sono battaglie di civiltà che dobbiamo vincere tutti insieme. Grazie per la solidarietà“. A Trigoria nel frattempo Fonseca è alle prese con la scelta della formazione, nella quale non ci sarà Spinazzola, ma ci sarà probabilmente Fazio, che si carica così: “Non ci abbattiamo per una sconfitta, lasciamocela subito alle spalle. Contro il Lecce sarà dura, farà molto caldo, dobbiamo vincere e avere fame di successi“. Lo scrive La Repubblica.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa