Resta in contatto

Rassegna Stampa

La Roma non esce dall’emergenza

In arrivo 7 gare in 21 giorni

Niente da fare. Quando ieri Dzeko ha chiesto di giocare a Genova con una maschera protettiva è stato subito fermato. “Ci rivediamo lunedì prossimo”, è stata la risposta che ha ricevuto dai medici di Villa Stuart. Il giocatore può allenarsi e sta continuando a farlo, ma non può ancora rischiare di prendere una pallonata sul viso. Dunque anche la mascherina in carbonio che viene utilizzata di solito in questi casi, non sarebbe sufficiente a preservare il calciatore.

L’emergenza per la Roma non finisce qui. La squadra di Fonseca è attesa da un tour de force da 7 gare in 21 giorni, periodo nel quale saranno assenti di sicuro sia Diawara che Pellegrini. Il rientro graduale degli esterni offensivi (Perotti, Under e Mkhitaryan) consentirà al tecnico portoghese un impiego differente di Zaniolo. Altra ipotesi per risolvere la carenza a centrocampo è quella di avanzare Florenzi davanti la difesa, ma il numero 24 non ha mai giocato nei due mediani in carriera. Lo scrive Il Messaggero.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa