Resta in contatto

Approfondimenti

Roma-Wolfsberger vista con i numeri di AS Roma Data: peggior performance stagionale dei giallorossi (FOTO)

La squadra di Fonseca, nonostante gli austriaci non creino molto, si fa rimontare due volte

La Roma non va oltre il 2-2 in casa contro il Wolfsberg già eliminato: i giallorossi chiudono il girone di Europa League al secondo posto, dietro ai turchi del Basaksehir. La squadra di Fonseca non è apparsa particolarmente pimpante e che si è fatta rimontare due volte dal club austriaco che, invece, chiude con onore la sua esperienza europea.

I numeri della gara

I giallorossi chiudono la prima frazione in vantaggio 2-1, in virtù del rigore di Perotti e della rete di Dzeko, inframezzati dal pari austriaco (autogol di Florenzi). I primi 45 minuti vedono la Roma concludere 4 volte verso Kofler, trovando lo specchio in 3 occasioni. Anche per gli austriaci 4 tiri totali, ma solo 1 nello specchio della porta. In perfetta parità il possesso palla (50%), mentre il Wolfsberg effettua più passaggi della Roma: 235 contro 231. Più precisi però i giallorossi, che completano l’81% dei passaggi contro il 78% degli ospiti. In equilibrio anche i corner: 3 per parte. Nel primo tempo sono 1,44 gli xG prodotti dalla Roma e 0,17 quelli prodotti dalla squadra di Sahli.

I numeri al 90′ sorridono leggermente alla squadra di Fonseca, anche se a segnare sono gli austriaci che con Weissman trovano il definitivo 2-2 al 63′. Alla fine saranno 16 i tiri della Roma (6 nello specchio) e 9 quelli del Wolfsberg (3 nello specchio). I giallorossi chiudono con il 52% di possesso palla, gli austriaci, ovviamente, con il 48%. 464 i passaggi dei capitolini (precisione del 78%), 435 quelli degli ospiti (precisione del 75%). 12 i corner totali battuti dalla Roma, 4 quelli battuti dal Wolfsberger. 2,55 gli xG prodotti dalla Roma, 0,9 quelli prodotti dagli austriaci.

Il calo di Fazio

Non è una stagione facile per Federico Fazio. L’argentino ha perso la titolarità a favore della coppia formata da Mancini e da Smalling. L’argentino, però, quando è sceso in campo non ha fatto nulla per convincere Fonseca: con il numero 20 sul terreno di gioco la Roma subisce 1,33 gol a partita. Quando l’argentino rimane in panchina, la Roma ha una media di soli 0,56 gol subiti per partita.

La forza delle possibili rivali

La Roma, seconda nel girone, pescherà lunedì una delle undici prime (ad esclusione ovvia dell’Istanbul Basaksehir) oppure una delle “migliori” terze dei gironi di Champions League (esclusa l’Inter in quanto club italiano). I pericoli maggiori sono rappresentati sicuramente da Ajax e Manchester United. Superiori alla Roma, secondo il “Global Soccer Ranking” di Five Thirty Eight sono anche Salisburgo, Siviglia e Benfica. Avversari più morbidi Gent, Malmo, Braga, Lask Linz, Celtic, Espanyol e Basilea.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Inline Feedbacks
View all comments
trackback

[…] Roma-Wolfsberg con i numeri di ASRoma Data: peggior … […]

Advertisement

Francesco Totti: uomo, capitano e leggenda

Ultimo commento: "Auguri Francesco, capitano. Sono felice di essere doventato giallorosso sin dall'anno prima dell'ultimo scudetto. Ti ho visto crescere e maturare e..."

Giuseppe Giannini

Ultimo commento: "Il Principe è uno dei simboli storici della Roma. Una volta Falcao disse di lui a Liedholm: "La Roma con questo ragazzo ha il futuro garantito, dopo..."

Nils Liedholm

Ultimo commento: "Gli anni migliori della mia giovinezza. Ci è mancata solamente quella maledetta coppa dei campioni del 1984 e il cerchio si sarebbe chiuso in..."

Daniele De Rossi

Ultimo commento: "Un vero leader. Francesco era il più talentuoso, lui il più carismatico."

Agostino Di Bartolomei

Ultimo commento: "Era e rimarrà sempre il mio unico Capitano."

I MITI GIALLOROSSI

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

Advertisement

Altro da Approfondimenti