Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Panucci: “Fonseca mi ha sorpreso tanto”

Le parole dell’ex giallorosso in vista di Genoa-Roma

Christian Panucci è legato a doppio filo a Genoa-Roma, che si giocherà nella prossima giornata di Serie A. L’ex terzino, oggi allenatore, ha infatti iniziato la sua carriera nel massimo campionato italiano proprio in rossoblù, per poi spendere però gli anni migliori della sua attività, dal 2001 al 2009, con la maglia giallorossa. Queste le sue parole in un’intervista a La Gazzetta dello Sport:

Non vedrà Genoa-Roma dal vivo, ma che partita si aspetta?
“La Roma è favorita, anche se in campionato non ha iniziato l’anno nel migliore dei modi. Ma guai a dare per morto il Genoa, in quello stadio può accadere di tutto. Un euro però lo punterei sulla Roma”.

Che ne pensa della Roma?
“Fonseca mi incuriosisce molto, ha qualità e giocatori che fanno divertire, anche se il k.o. di Zaniolo è pesante. Ma non mi piace solo l’allenatore Fonseca, mi piace molto il personaggio, o meglio, la persona. Mi sembra si sia perfettamente integrato nella realtà romana, ha capito dove si trova e l’ha fatto in fretta. Non deve snaturarsi però, vada avanti con le sue qualità”.

Immaginava una Roma senza Totti e De Rossi?
“Non entro in queste cose, ma posso dire che Danile con la sua scelta di smettere ha dimostrato di essere la persona coerente che è sempre stata”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa