Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Prima Squadra

Mourinho: “Partita povera di qualità. Ha influito il doppio confronto con il Leicester”

Le parole dell’allenatore giallorosso: “Non abbiamo fatto abbastanza per vincere”

José Mourinho ha parlato ai microfoni di Dazn dopo lo 0-0 contro il Bologna. Di seguito le dichiarazioni dell’allenatore della Roma.

C’è tanta delusione sul suo volto, si aspettava un risultato diverso?
“Per me la partita è con poca qualità, la squadra che voleva vincere non ha fatto tutto il sufficiente per vincere. La squadra che non voleva vincere ha fatto la sua partita e l’arbitro ha lasciato fare. Partita con poca qualità”.

Ha influito la stanchezza della gara col Leicester?
“Sì, certamente. Ha influito la partita di giovedì scorso e quella di giovedì prossimo. Siamo in una situazione bella e difficile, con giovedì sono 14 partite in Europa dopo tutte quelle in campionato. Il Leicester ha fatto riposare 9 giocatori, per noi è dura ma l’intenzione era quella di vincere. Ci abbiamo provato, abbiamo sbagliato qualche opportunità. Partita brutta, è nostra responsabilità, responsabilità loro che hanno fatto la partita che volevano. Responsabilità dell’arbitro che non si è preoccupato dello spettacolo e ha lasciato troppo correre”.

Sui 4 cambi tutti insieme…
“Ovviamente ho cercato di dare più qualità, però non abbiamo avuto quell’impatto che penavo d avere. Dei 4 giocatori che sono entrati solo Pellegrini e Karsdorp hanno avuto un impatto positivo, però Abraham e Zalewski non sono entrati abbastanza beni. Sono entrati quando mancavano 30 minuti da giocare, però lo hanno fatto per 15. Abbiamo avuto qualche opportunità per fare gol, però non è stato sufficiente”.

La nota positiva può essere Zaniolo, può giocare titolare giovedì?
“Voi avete un po’ di ossessione con Zaniolo…”.

No, mi sembra abbia fatto una buona partita.
“Avete un po’ di ossessione, voi e gli arbitri…”.

5 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

5 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Prima Squadra