Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Roma, i Friedkin versano altri 10,2 milioni nelle casse del club

Salgono a 370 milioni di euro gli investimenti della proprietà giallorossa

I Friedkin aumentano gli investimenti nella Roma, versando altri 10,2 milioni di euro. Come riportato nell’ultimo documento pubblicato dal club giallorosso, le quote dei versamenti nelle casse del club hanno sfiorato i 370 milioni di euro.

Si legge: “L’Indebitamento finanziario netto consolidato adjusted al 30 aprile 2022 è pari a 344,2 milioni di euro, e si confronta con un valore pari a 298,2 al 31 dicembre 2021 e 302 milioni di euro al 30 giugno 2021 – prosegue il documento -. L’incremento rispetto al 31 dicembre 2021, pari a 46 milioni di euro, è sostanzialmente determinato da:
– maggiori finanziamenti soci (+49 milioni di euro);
– un incremento del debito relativo al Prestito Obbligazionario determinato principalmente dalla maturazione degli interessi del periodo (+5,3 milioni di euro);
– minori debiti finanziari per diritti d’uso (-1,6 milioni di euro);
– maggiori disponibilità liquide (+6 milioni di euro).
Nel dettaglio, l’indebitamento finanziario netto consolidato adjusted al 30 aprile 2022 si compone di disponibilità liquide, per 18,6 milioni di euro (12,7 milioni di euro, al 31 dicembre 2021 e 22,8 milioni di euro, al 30 giugno 2021), attività finanziarie non correnti, per 10 milioni di euro (rimaste invariate rispetto al 31 dicembre 2021 e al 30 giugno 2021), e debiti finanziari, per complessivi 372,9 milioni di euro (320,9 milioni di euro, al 31 dicembre 2021 e 334,9 milioni di euro, al 30 giugno 2021)”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da News