Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Il gm Pinto studia Torino tra Lukic e Zakaria

Alla ricerca di un giocatore pronto all’uso e non costoso

La Roma sta cercando un giocatore pronto all’uso e dal costo non gravoso, questo sì. Ma un elemento che possa dare un contributo effettivo, e non romantico, alla crescita della squadra. Chi? Non sono avvicinabili per questioni economiche Saul dell’Atletico e Allan dell’Everton, mentre l’austriaco evergreen Grillitsch è stato scartato per scelta. A proposito di proposte comode il Marsiglia ha offerto un altro cavallo di ritorno, Kevin Strootman, che però non verrà considerato nonostante gli ottimi rapporti commerciali stabiliti sulla rotta francese da Tiago Pinto.

Con il Psg è stato aperto un dialogo per Leandro Paredes, in questi giorni di concertazioni sul protocollo sanitario da seguire per Wijnaldum. Questo sarebbe un ritorno molto gradito, perché consegnerebbe a Mourinho un playmaker desiderato da un anno. Però Paredes tratta con la Juventus, alla quale ha già dato il suo assenso.

E allora una possibilità ragionevole è l’incrocio delle convenienze: se la Juve trova i soldi per convincere il Psg potrebbe cedere in prestito alla Roma lo svizzero Zakaria, che Allegri ha lasciato in panchina per tutta la partita con la Sampdoria preferendogli come cambi i giovani Miretti e Rovella. Zakaria è arrivato a gennaio a Torino, a sei mesi dalla scadenza con il Borussia Mönchengladbach, ma in precedenza era stato cercato con insistenza da Tiago Pinto.

Si tratta quindi di un centrocampista che Mourinho accoglierebbe volentieri, dopo essere stato rassicurato dai Friedkin sulla disponibilità a un investimento extra che tamponi la perdita di Wijnaldum. Guadagna 3 milioni netti, quindi uno stipendio in linea con la media dello spogliatoio.

In Serie A piace anche Sasa Lukic, nazionale serbo del Torino, che fino a pochi giorni fa sembrava vicino alla rottura con il club e con Juric e ora sta trattando il rinnovo. Costa però, perché Cairo sui giocatori sotto contratto non concede sconti. Lo scrive il Corriere dello Sport.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa