Resta in contatto

Rassegna Stampa

Ma quale Roma B, giocano i titolari

Domani contro il Ludogorets giocheranno i titolari

Ma quale Roma B. Contro il Ludogorets giocano i titolari. Mourinho non prevedere di stravolgere la squadra e probabilmente in Bulgaria cambierà soltanto i due esterni, che a Udine peraltro sono andati malissimo. C’è un piccolo dubbio anche in porta perché il giovane Svilar sta facendo progressi importanti e potrebbe avere una chance: più in casa contro l’IHjk che a Razgard però.

L‘altro ballottaggio è in attacco tra Abraham e Belotti. Ma qui non è una scelta gestionale. Ieri Abraham, dopo la contusione alla spalla che non gli ha dato problemi, si è allenato regolarmente con la squadra titolare. Se starà bene giocherà perché Belotti, come è stato facile notare domenica, non è ancora in condizioni atletiche scintillanti. Mourinho preferisce inserirlo gradualmente.

Vale anche per Mady Camara, che è arrivato da una settimana a Trigoria e ha debuttato negli ultimi minuti alla Dacia Arena quando il risultato era ormai deciso: la sua prima da titolare, secondo è emerso dai test in allenamento, sembra essere rimandata. Conferma in vista quindi per la coppia Cristante-Matic. Mourinho per ora insiste sul blocco dei big, compresi Pellegrini e Dybala.

Lo scrive il Corriere dello Sport.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa