Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

La Serbia rinuncia a Svilar: il caso resta aperto

Un dietrofront del portiere giallorosso, che ha già esordito con la Nazionale maggiore serba, non sarebbe consentito

Il caso riguardante Mile Svilar rimane in sospeso. Il portiere è in una situazione delicata, trovandosi a dover scegliere tra due nazionali. Svilar ha chiarito la sua preferenza, esprimendo il desiderio di giocare con il Belgio e ha rifiutato la convocazione della Serbia, il paese del padre, come confermato dal CT Dragan Stojkovic: “Dobbiamo rispettare la sua decisione”.

Tuttavia, nei giorni scorsi, il CT del Belgio, Domenico Tedesco, aveva escluso la possibilità di chiamarlo, spiegando: “Lo seguiamo, ma per questioni regolamentari non possiamo utilizzarlo”. Qual è il problema? È piuttosto semplice. Svilar, nato ad Anversa come Lukaku, ha rappresentato tutte le selezioni giovanili belghe, ma ha poi accettato di esordire con la nazionale maggiore serba in un’amichevole del 2021 contro il Qatar.

Fin qui tutto chiaro: se possiedi il doppio passaporto e non hai ancora giocato una partita ufficiale per una nazionale, è consentito cambiare nazionalità sportiva. Tuttavia, secondo i legali della Federazione calcistica belga, un dietrofront non sarebbe consentito. Di conseguenza, Svilar rischia di perdere l’opportunità di partecipare all’Europeo in entrambe le prospettive. Lo riporta il Corriere dello Sport.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Dybala - Milan-Roma
Il derby italiano d'Europa League tra rossoneri e giallorossi ha catturato l'attenzione di moltissimi appassionati,...
Abraham - Milan-Roma
Tammy Abraham è tornato dopo due spezzoni importanti contro Lazio e Milan, potrebbe strappare la...
Francesco Totti porterà in udienza per il divorzio le prove di un altro tradimento subito...

Dal Network

  Joe Barone non ce l’ha fatta. Dopo il malore che lo ha colpito domenica pomeriggio,...

Gli USA pronti a ospitare le 32 squadre da tutto il mondo Nell’estate del 2025,...
Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata storica...

Altre notizie