Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Edicola

L’Edicola, la Roma chiude il mercato con Mkhitaryan e Kalinic. Ora tocca a Fonseca

Tutta la rassegna stampa in un click

IL MESSAGGERO – La risalita della Roma passa dal mercato che Petrachi completa al fotofinish con Smalling, Kalinic e Mkhitaryan. Due di questi sono titolari.

L’acquisto di Mkhitaryan potrebbe rivelarsi una grande intuizione di Petrachi se l’armeno riuscirà a tirare fuori dal cilindro le giocate che lo hanno reso un idolo a Dortmund.

Dopo le prime due di campionato ecco la sosta con la Nazionale. Cristante è stato mandato a casa causa febbre, dentro Tonali al suo posto. Le parole di Mancini sulla non-convocazione di Zaniolo e Kean.

LA GAZZETTA DELLO SPORT – Dai giocatori che sono passati in entrata e in uscita in questo mercato si possono capire le difficoltà che avrà Fonseca per assemblare la rosa della prima squadra. Si racconta che nello spogliatoio c’era rabbia dopo il derby per non aver fatto una gran figura.

Il giorno che la Juve rinunciò a Schick durante le visite mediche per lui fu una mazzata. Da lì ci creò un’asta visto che lo volevano Inter, Borussia Dortmund, ma alla fine la spuntò la Roma.

Il vero colpo a sorpresa è stato Mkhitaryan. A 13 anni fece un Camp in Brasile che lo ha fatto crescere e che ora gli consente di giocare esterno a sinistra con licenza di accentrarsi e segnare.

LA REPUBBLICA – Fino all’ultimo giorno di mercato la Roma è stata tra le più attive. Lo spazio per l’analisi dopo il derby è davvero poco perché le porte a Trigoria continuano ad essere girevoli.

IL TEMPO – La Roma chiude con 4 operazioni. Dentro Kalinic e Mkhitaryan, fuori Schick e Gonalons. Petrachi consegna finalmente a Fonseca una rosa completa, almeno dal punto di vista numerico e rafforzata in panchina.

Con la chiusura del mercato e gli ultimi tre acquisti Fonseca può avere una rosa ben definita che presenta due opzioni per ruolo.

CORRIERE DELLO SPORT – Davide Zappacosta ha accusato un problema al polpaccio durante il riscaldamento ed oggi gli esami diranno se si tratta di lesione e quanto durerà il riposo forzato.

L’ultimo colpo di Petarchi che riporta entusiasmo tra i tifosi è Mkhitaryan, sbarcato ieri prima delle 11 a Fiumicino. I nuovi compagni Florenzi e Pellegrini li conoscerà giovedì quando sfiderà l’Italia con la sua Armenia. Se le ultime due avventure di Mkhitaryan sono state deludenti è vero anche che il giocatore ha saputo superare ogni tipo di avversità.

La Roma uscita dal mercato è completamente trasformata. Le prime due partite si possono definire sperimentali in cui si è cominciata a vedere la mano dell’allenatore, ma il vero campionato dei giallorossi partirà dalla terza giornata.

Aspettando la nuova Roma, Fonseca può prendere degli spunti positivi dal derby. Il principale è il risultato, poi dal punto di vista tecnico-tattico i giallorossi hanno mostrato più compattezza con grande densità in mezzo al campo e baricentro più basso.

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Edicola