Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Prima Squadra

Fonseca: “Questa squadra ha grande carattere. Il rosso a Fazio? La situazione è chiara…”

Il tecnico portoghese nel post partita

Paulo Fonseca, allenatore della Roma, è intervenuto ai microfoni di DAZN dopo la gara vinta contro l’Udinese:

E’ la migliore Roma?
“Penso che abbiamo fatto una buona partita. Abbiamo avuto tante occasioni. I giocatori sono tutti insieme, anche in occasione del rosso a Fazio”.

La rende orgoglioso la reazione della squadra in 10?
“Abbiamo tentato sempre di giocare, anche in 10. Abbiamo segnato 3 reti con l’uomo in meno. Non voglio parlare del fallo di Fazio, la situazione è chiara”.

In 10 invece di difendervi avete attaccato. Il carattere ha fatto la differenza.
“Sì. La squadra ha avuto gran carattere. La squadra ha avuto la maturità di capire che bisognava difendere e che poteva fare male attaccando”.

Quanto ha lavorato sulla testa di Pastore?
“E’ tutta una questione fisica. In questo momento sta bene, ha giocato le ultime partite e oggi ha fatto una grande partita”.

In futuro ha ancora intenzione di riproporre Mancini centrocampista quando rientreranno gli infortunati?
“Una sorpresa. Sta giocando molto bene a centrocampo. Devo vedere cosa fare contro il Napoli, che non avremo Fazio. Sta comunque facendo bene in questa nuova posizione”.

Quando rivedremo Florenzi titolare? Come sta?
“Sta bene, è una mia scelta. E’ un’opzione, è il nostro capitano. La squadra sta giocando bene e penso che Florenzi possa dare il suo contributo”.

Dove si esprime meglio Florenzi?
“Può fare molte posizioni. Terzino e ala per me”.

Le dichiarazioni del tecnico a Roma TV:

Questa squadra è intelligente e sa combattere, è forte di testa. Qual è il segreto?
“Il segreto è mantenere l’equilibrio emotivo, la squadra ha fatto una buona partita in tutti i momenti, anche in dieci. Abbiamo giocato tutti insieme in tutti i momenti, vogliamo questo spirito di squadra per vincere”.

Di cosa è più felice?
“Di tutto. Pastore partita dopo partita sta giocando meglio, la squadra è più sicura difensivamente ed è solidale in questo momento, ma sono contento di tutto”.

E siamo quarti…
“Sì ed è importante per me che la squadra lotti con questo atteggiamento. Se lottiamo con questo carattere e con questo atteggiamento siamo più vicini a vincere qualche partita”.

Oggi Dzeko si defilava spesso a sinistra e al centro c’erano Zaniolo e Kluivert…
“È vero abbiamo preparato la questione della profondità di Zaniolo e Kluivert, con Dzeko che si abbassava per creare spazio per loro due. Dzeko a tratti a giocato a sinistra ma è una situazione puntuale di una partita”.

Cosa ha detto ai giocatore nell’intervallo?
“Che dovevamo mantenere l’equilibrio emotivo e difendere tutti insieme e bene, ma che sarebbe stato possibile con il tempo avere più spazio per il contropiede. La squadra ha rivelato in ogni momento un grande equilibrio e abbiamo giocato bene anche nel secondo tempo”.

Profilo basso ma ora c’è il Napoli. Quanto è importante ora l’abbraccio del pubblico? Serve uno stadio pieno…
“Sì, i nostri tifosi sono fantastici. Non parliamo molto di questo ma è vero che sono fantastici. Speriamo che tutti insieme con i nostri tifosi contro il Napoli possiamo fare una buona partita”.

Le parole di Fonseca a Sky Sport:

La squadra ha avuto carattere, penso che abbiamo dominato la partita, abbiamo giocato molto bene e nonostante l’espulsione abbiamo reagito molto bene e giocato bene in contropiede. Avremmo anche potuto segnare di più“.

 

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Prima Squadra