Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Stadio della Roma

Stadio della Roma, vice sindaco Bergamo: “Se non si arriverà a un accordo, chi sfugge ai propri impegni ne risponderà”

Il numero due del Comune di Roma: “A lavoro completato i proponenti aderiranno alle condizioni della Conferenza dei servizi, si procederà come previsto”

Ai microfoni dell’emittente radiofonica Radio Radio è intervenuto Luca Bergamo, vice sindaco del Comune di Roma, parlando anche della questione Stadio:

“Il percorso è noto a tutti. Noi abbiamo fatto un lavoro che è senza ombre. Abbiamo ridotto le cubature previste con lo stadio e siamo intervenuti sulla mobilità dell’intera area, con l’obiettivo di rafforzare la Roma-Lido. Gli uffici sono al lavoro sulla convenzione, sulla quale è possibile ci siano diversità di vedute con i proponenti. Non transigiamo sulla contestualità tra opere necessarie e realizzazione dello stadio. C’è ancora del lavoro da fare. Ho fiducia che nel momento in cui il lavoro verrà completato e i proponenti aderiranno pienamente alle condizioni determinate dalla Conferenza dei servizi, si possa poi procedere come è previsto. Non so dire se ci siano mal di pancia particolari”.

Lo stadio in via di realizzazione porta o toglie voti?
“Non è un argomento che penso possa influire su una decisione di questa portata. L’importante è che si sia coerenti con ciò che si fa e non decidere in base a ciò che porta consensi”.

Lei è favorevole?
“Siamo arrivati e degli impegni erano già stati presi precedentemente. Impegni che comportavano oneri, ossia soldi a carico della comunità in caso di recesso. Abbiamo fatto un lavoro giusto, modificando il progetto e portandolo in una soluzione più sostenibile. E’ una scelta giusta e la difendo. Se non si arriverà a un accordo, chi sfugge ai propri impegni ne risponderà”.

Quando l’apertura?
“Spero presto. Totti voleva giocarci, tutti pensavamo si facesse prima”.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Stadio della Roma