Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Edicola

L’Edicola, Pellegrini racconta il suo amore per la Roma. Petrachi verso l’archiviazione

Tutta la rassegna stampa in un click

IL CORRIERE DELLO SPORTLa sua società di scouting sta per nascere, sarà presentata ufficialmente tra gennaio e febbraio, si stanno ultimando i lavori nella sede all’Eur. Sarà affiancato da due giovani agenti romani che hanno sostenuto l’esame di idoneità da procuratori, Giovanni De Montis e Matteo Fittavolini. L’agenzia si occuperà soprattutto di scouting, con l’obiettivo di scovare il nuovo Totti, lavorerà in particolare con i giovani non solo d’Italia ma di tutto il mondo.

Dopo Kolarov e Cristante, adesso tocca a Pellegrini. Il futuro capitano è vicino al rinnovo del contratto finalizzato ad eliminare la clausola rescissoria di trenta milioni pagabili in due anni. Il giocatore ha già fatto la sua scelta ed è sempre più convinto di voler proseguire la carriera in giallorosso. Se ne parlerà nelle prossime settimane, ma i discorsi sono stati già avviati.

Justin Kluivert sta proseguendo il suo lavoro personalizzato con l’obiettivo di rientrare il prima possibile. Difficile che possa avvenire in occasione di Roma-Juventus, anche per quanto accaduto ieri sera. Il classe ’99 era stato invitato alla cena organizzata dall’AIRC, ma durante la festa ha abbandonato la sala per un attacco improvviso di nausea. Il ragazzo è tornato a casa e stamattina le sue condizioni verranno valutate dallo staff medico. Alla conviviale dell’associazione dei tifosi sono rimasti Manolo Zubiria, Sebino Nela e le calciatrici Tecla Pettenuzzo e Andrine Hegerberg, che hanno cantato l’inno della Roma. Lo scrive il Corriere dello Sport.

LA GAZZETTA DELLO SPORTUna buona notizia e una brutta per Fonseca nella settimana che porta al big match. La buona è che Nicolò Zaniolo ce la farà nonostante si sia allenato a parte. La brutta riguarda Mkhitaryan, che non si è visto in campo ma ha fatto gli esami strumentali.

Paolo Dal Pino è il nuovo presidente della Lega Serie A, chiamato a gestire la confindustria del pallone per i prossimi otto-dieci mesi, quel che resta del quadriennio olimpico.

Lorenzo Pellegrini è stato intervistato dalla Gazzetta Dello Sport. Ecco le sue parole.

IL CORRIERE DELLA SERANicolò Zaniolo, atteso a Firenze per un evento legato a Pitti Uomo, è rimasto invece a Trigoria, per sottoporsi a terapie al ginocchio che, dopo una botta presa durante la sconfitta contro il Torino, si è un po’ gonfiato. È una corsa contro il tempo, perché è molto probabile che il numero 22 debba restare a riposo anche oggi, cercando il recupero proprio in prossimità del big match di domenica sera contro la Juventus.

Dzeko parla da Firenze: “Spero di segnare alla Juventus, ma ora abbiamo più bisogno di punti che di un gol mio. Ne ho fatti tanti e spero di farne più in futuro“. La sconfitta ha lasciato il segno ma la Roma è in cerca di rivincita: “Con il Torino non siamo stati al nostro livello. Ultimamente abbiamo fatto grandi cose, come la vittoria a Firenze. Siamo tristi, ma non dobbiamo piangere. Ronaldo? E’ un grande giocatore, ma la Juve ha altri grandi campioni“. Lo riporta il quotidiano Corriere della Sera.

L’infortunio subito da Mkhitaryan nei 35 minuti giocati domenica contro il Torino è più grave del previsto. L’armeno ha riportato una lesione al retto femorale della coscia sinistra, si prevede uno stop di circa un mese: salterà sicuramente le gare contro Juventus, Parma (Coppa Italia), Genoa e Lazio. Fonseca a breve avrà di nuovo a disposizione Bryan Cristante, che ha ricominciato ad allenarsi in gruppo dopo il distacco del tendine dell’adduttore. L’ex atalantino ieri ha prolungato fino al 2024 il suo contratto con la formazione giallorossa. Migliora anche Justin Kluivert, ma l’olandese non sarà a disposizione contro la Juventus. In dubbio anche Spinazzola, che ieri non si è allenato a causa di un attacco influenzale. Out anche Pastore e Santon. Lo riporta il quotidiano Corriere della Sera.

IL MESSAGGEROIl processo fa parte di uno dei filoni della maxinchiesta sul nuovo stadio della Roma, con la Procura che vuol riunire il processo a quello principale che vede imputate dodici persone tra cui l’imprenditore Luca Parnasi. 

L’obiettivo e la sfida del Ceo è nota: sistemare i conti nel giro di un paio di stagioni, mantenendo competitiva la squadra senza dover esser costretto a privarsi dei pezzi pregiati come accaduto in passato. Il nuovo proprietario è pronto a garantirlo. Per questo motivo il temporeggiare sul rinnovo di Pellegrini da parte del club, non deve preoccupare.

Che, se è al 4° posto, non si può sentire al sicuro. Sforzo massimo, rosa minimala zona Champions è stata raggiunta contando spesso sugli stessi giocatori. E tra questi non è stato certo protagonista il terzino che Petrachi ha acquistato proprio dalla Juve, avversaria dei giallorossi domenica sera all’Olimpico, con valutazione di 29 milioni. Sono 4 i suoi infortuni dall’inizio della stagione.

LA REPUBBLICAEdin Dzeko è pronto per la grande sfida ma non avere l’aiuto di Mkhitaryan. L’armeno ha riportato la lesione del retto femorale della coscia della sinistraZaniolo invece ci sarà, parola di Fonseca che da Firenze tranquillizza i tifosi. Nicolò ha rimediato una botta contro i granata ma dovrebbe recuperare.

IL TEMPOUn’altra firma verso la realizzazione dello Stadio di Tor di Valle: è quella attesa per il prossimo martedì, il 14 gennaio, quando il cda di Unicredit dovrebbe riunirsi e ratificare l’accordo stretto fra Luca Parnasi da una parte e l’immobiliarista ceco, Radovan Vitek.

Gli advisor di Dan Friedkin stanno completando la cosiddetta “deep dive due diligence” del mondo Roma, ovvero uno studio ad un livello ancora più approfondito di tutti i documenti legali e dei contratti che riguardano la società giallorossa. Gli avvocati incaricati dal magnate texano avevano già perfezionato una prima analisi tra la metà di dicembre e Natale, ma dopo l’accordo preliminare raggiunto poco prima di Capodanno tra il nuovo acquirente e Pallotta si è passati all’ultima fase che precede la stesura dei contratti.

Non ci sarà alcun processo sportivo e quindi nessuna squalifica per il direttore sportivo della Roma Gianluca Petrachi. L’altro ieri, infatti, la Procura Figc ha inoltrato la richiesta d’archiviazione del caso alla Procura Generale dello Sport presso il Coni. Nei prossimi giorni la stessa procura guidata dal prefetto Ugo Taucer confermerà la definitiva chiusura del procedimento senza alcun addebito.

Ieri a Firenze Dzeko ha rappresentato la Roma al Pitti Uomo e ha rilasciato alcune dichiarazioni: “Con il Torino non siamo stati al nostro livello. Ultimamente abbiamo fatto grandi cose, come la vittoria a Firenze. Siamo tristi, ma non dobbiamo piangere. Adesso abbiamo una grande partita contro i campioni d’Italia. Ora abbiamo più bisogno di punti che di un gol di Dzeko. Ne ho fatti tanti e spero di farne più in futuro“. Lo riporta Il Tempo. 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Edicola