Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Castan: “Con Garcia meritavamo lo scudetto. Benatia il mio miglior compagno di reparto”

Le parole del brasiliano

Leandro Castan, ex calciatore della Roma, in giallorosso dal 2012 al 2016 e nel 2017-18 e oggi al Vasco da Gama, ha parlato in una diretta Instagram anche del periodo nella Capitale:

Il difensore con cui hai avuto più feeling?
“Benatia il mio miglior compagno di difesa. Fino alla fine di quel campionato con la Roma ci siamo divertiti. C’era stata competizione tra la nostra difesa e quella della Juventus, formata da Bonucci e Chiellini”.

Torneresti a Roma?
“Roma sarà sempre casa mia. Adesso ho 33 anni ed è difficile tornare. Ho rispetto di loro, gli voglio benissimo e sono un grande tifoso della squadra”.

Qual è stato l’attaccante più forte che ti sei trovato di fronte?
Tevez è stato uno degli attaccanti più difficili da marcare quando era alla Juve”.

Se dovesse chiamare l’Italia?
“Non lo so, è difficile. In Brasile mi trovo bene, ma mai dire mai”.

Avreste meritato lo scudetto con Garcia?
“Sì, avevamo fatto tutto quello che potevamo fare. Dall’altra parte c’era una grande squadra di campioni, una Juve che si allenava da anni insieme. Abbiamo fatto di tutto quell’anno per arrivare in cima”.

Sull’Italia.
“Sono un po’ italiano anche io. A dicembre sono andato in vacanza a Roma, ho mangiato una bella carbonara per ricordare i bei tempi andati. Poi ho la doppia cittadinanza”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da News