Resta in contatto

News

Capello: “La Roma ha perso Dzeko, ma è divertente vederla giocare”

L’ex allenatore della Lupa ha parlato della situazione in casa Roma

In successione alla qualificazione della Roma agli ottavi di finale di Europa League grazie al 3-1 inferto ai danni del Braga, Fabio Capello, ex allenatore dei giallorossi e – attualmente – opinionista per Sky Sport, ha parlato ai microfoni di Radio Radio in merito a tematiche riguardanti la Roma di Fonseca.

Capello sembra davvero gradire il gioco e l’allenatore della Roma. Le sue parole non lasciano spazio a particolari interpretazioni: “La Roma ha perso Dzeko, che è una perdita grave dal punto di vista tecnico, ma è una squadra che gioca bene ed è divertente vederla giocare. Ha un mix giusto tra possesso palla e verticalizzazioni. Il tipo di gioco di Fonseca a me piace molto. Dalla metà campo in su gioca benissimo. Ogni tanto però a livello difensivo ha lasciato a desiderare e con le grandi squadre probabilmente quando sbagli in centrocampo o difesa lo paghi subito”.

Poi qualche parola sullo screzio Dzeko-Fonseca: “L’allenatore non deve mai perdere la leadership sul gruppo. Per questo motivo sono con Gasperini sulla vicenda Gomez. Sulla questione Dzeko non so cosa sia successo, ma la leadership dell’allenatore sulla squadra è fondamentale”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da News